Rapinò un banca a Verona, carabinieri lo arrestano a Sant'Angelo

I militari di Legnago (VR) hanno fermato un nomade trevigiano, J.M.. L'uomo sarebbe responsabile di un blitz all'Unicredit di Villabartolomea (VR), mezzo a segno nel 2011

E' accusato di rapina ai danni di una banca del Veronese. I carabinieri di Legango (VR) lo hanno arrestato a Sant'Angelo a Treviso.

A finire in manette è stato J.M., 38 anni, un nomade trevigiano, che l'8 gennaio 2011 avrebbe partecipato a un assalto al bancomat della filiale Unicredit di Villabartolomea (VR).

Quel giorno J.M. avrebbe agito insieme ad altri tre malviventi, tutti incappucciati, sparendo con 45mila euro. Ma l'Arma sospetta che la banda possa aver messo a segno tre colpi analoghi nei mesi precedenti, prendendo di mira sempre sportelli Unicredit.

I militari hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Guido Tamarelli su richiesta del pm Maria Federica Ormanni.

Il 38enne, già noto alle forze dell'ordine per reati analoghi, è accusato di furto aggravato e possesso di esplosivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

Torna su
TrevisoToday è in caricamento