Rapinò un banca a Verona, carabinieri lo arrestano a Sant'Angelo

I militari di Legnago (VR) hanno fermato un nomade trevigiano, J.M.. L'uomo sarebbe responsabile di un blitz all'Unicredit di Villabartolomea (VR), mezzo a segno nel 2011

E' accusato di rapina ai danni di una banca del Veronese. I carabinieri di Legango (VR) lo hanno arrestato a Sant'Angelo a Treviso.

A finire in manette è stato J.M., 38 anni, un nomade trevigiano, che l'8 gennaio 2011 avrebbe partecipato a un assalto al bancomat della filiale Unicredit di Villabartolomea (VR).

Quel giorno J.M. avrebbe agito insieme ad altri tre malviventi, tutti incappucciati, sparendo con 45mila euro. Ma l'Arma sospetta che la banda possa aver messo a segno tre colpi analoghi nei mesi precedenti, prendendo di mira sempre sportelli Unicredit.

I militari hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Guido Tamarelli su richiesta del pm Maria Federica Ormanni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 38enne, già noto alle forze dell'ordine per reati analoghi, è accusato di furto aggravato e possesso di esplosivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento