In manette il rapinatore del negozio "Compro Oro" a Treviso, a tradirlo le impronte digitali

Una banda composta da tre uomini, quella che lo scorso 9 marzo, rapinò armati di pistola il negozio lungo il put. Al momento le indagini sono acnora in corso per l'identificazione del terzo complice

TREVISO Arrestato sabato notte uno dei rapinatori che, il 9 marzo dello scorso anno intorno alle 19, aveva commesso una rapina ai danni del negozio "Compro Oro" in viale Oberdan lungo il put di Treviso. A seguito di un'attenta indagine da parte dei carabinieri e degli investigatori della stazione di Treviso, si è risalito attraverso la scansione delle immagini della videosorveglianza del negozio, alle impronte digitali di uno dei malviventi che durante la rapina aveva appoggiato la sua mano su una colonna interna dello stabile.

Schermata 2016-01-25 a 17.37.41-2

E' stato così grazie alle analisi del Ris di Parma, risalire all'identità del ladro. A finire in manette è G.P, 20enne di origine domenicana, al quale il gip di Treviso ha confermato la custodia cautelare nel carcere di Santa Bona. Nei guai anche il suo complice, un connazionale di 23 anni. Al momento la pistola utilizzata dai malviventi durante la rapina insieme alla refurtiva, non sono ancora state rintracciate, le indagini sono ancora in corso di svolgimento per poter incastrare anche  il terzo membro della banda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento