Rassegna itinerante di musica da camera “Giovani talenti”

I giovani e il loro talento per la musica classica: questi gli ingredienti della prima edizione della Rassegna itinerante di Musica da Camera “Giovani Talenti”, realizzata dall’Associazione Concertistica Camellia Rubra per la direzione artistica di Vesna Maria Brocca, a Pieve di Soligo e a Conegliano dal 4 al 18 dicembre 2015. Sono quattro i concerti in programma che vedranno esibirsi, in diverse formazioni, nove giovani professionisti la cui età media non supera i 30 anni e già molto apprezzati sulla scena internazionale.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

I giovani e il loro talento per la musica classica: questi gli ingredienti della prima edizione della Rassegna itinerante di Musica da Camera “Giovani Talenti”, realizzata dall’Associazione Concertistica Camellia Rubra per la direzione artistica di Vesna Maria Brocca, a Pieve di Soligo e a Conegliano dal 4 al 18 dicembre 2015. Sono quattro i concerti in programma che vedranno esibirsi, in diverse formazioni, nove giovani professionisti la cui età media non supera i 30 anni e già molto apprezzati sulla scena internazionale.

Ad inaugurare la Rassegna, venerdì 4 dicembre alle 20:45 nell’ Auditorium comunale "Battistella-Moccia" a Pieve di Soligo, ci sarà il Duo Piccolo-Stoppiello che ha debuttato in concerto a Roma lo scorso aprile esibendosi nella Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra. Il duo, che ha ottenuto il primo premio assoluto sia al VI Concorso di Musica “Eratai” di San Giovanni Rotondo che al IV Concorso Internazionale “Garganum”, di recente è stato anche protagonista di alcuni concerti a Palazzo Italia nell’ambito di Milano Expo 2015. A Pieve di Soligo, Bartolo Piccolo al flauto e Giuseppe Stoppiello al pianoforte presenteranno il programma dal titolo “Un soffio di suggestive impressioni” che annovera i 5 pezzi facili di Nino Rota, la Ballade di Frank Martin, la Fantasia brillante sull’opera “Carmen” di Bizet scritta da François Borne ed infine la Sonata op. 94 di Sergej Prokofiev.

Sabato 5 dicembre alle 20:45, sempre nell’Auditorium comunale "Battistella-Moccia" a Pieve di Soligo, sarà la volta del Trio Rigamonti che è composto dai fratelli Miriam (pianista, nata nel 1992), Mariella (violinista, nata nel 1994) ed Emanuele (violoncellista, nato nel 1997), diplomati a pieni voti al Conservatorio "G. Verdi" di Como. Lo scorso settembre il Trio ha debuttato al prestigioso Musikverein di Vienna in seguito alla vittoria del primo premio al “Vienna Grand Prize Virtuoso” International Music Competition. Mariella suona un violino Francois Caussin, costruito in Francia nel 1830; Emanuele suona un violoncello di Christian Meinel, costruito a Klingenthal nel 1780. A Pieve di Soligo offriranno un repertorio dedicato all’Ottocento tedesco tra Classicismo e Romanticismo con i trii col pianoforte n. 39 in sol maggiore, Hob. XV: 25 «Gypsy» di Franz Joseph Haydn, il n. 5 in re maggiore, op. 70 n. 1 «Trio degli spettri» di Ludwig van Beethoven ed infine il n. 1 in re minore, op. 49 di Felix Mendelssohn-Bartholdy.

Domenica 6 dicembre, questa volta nel tardo pomeriggio alle ore 17 ma sempre all’interno nell’Auditorium comunale "Battistella-Moccia" a Pieve di Soligo, attesissimo concerto del giovanissimo pianista Alessandro Villalva nato a Conegliano nel 1998. Grazie al suo talento ha partecipato a diversi concorsi a livello nazionale e internazionale ottenendo entusiastici riconoscimenti, tra cui la vittoria al IX Concorso Internazionale “Nikolai Rubinstein” di Parigi e nel 2010 il “Premio Rachmaninov” al Concorso Internazionale “Rachmaninov Wettbewerb” di Francoforte. Attualmente si sta perfezionando al “Centro Sloveno di Educazione Musicale Komel” di Gorizia sotto la guida di Siavush Gadjiev, famoso pianista e didatta russo. Il suo programma prevede il Preludio e fuga in do maggiore - BWV 870 di Johann Sebastian Bach, la Sonata per pianoforte n. 3 in do maggiore, op. 2 n. 3 di Ludwig van Beethoven e il Carnaval op. 9 di Robert Schumann.

La conclusione della rassegna si terrà questa volta a Conegliano, al Ridotto del Teatro Accademia dove alle 20:45 di venerdì 18 dicembre il Trio Hegel, formato da David Scaroni al violino, Davide Bravo alla viola e Andrea Marcolini al violoncello, coglierà l’occasione per presentare la recentissima incisione del loro CD per l’etichetta Tactus, in prima registrazione mondiale, contenente musiche dei compositori toscani Luigi Cherubini e Giuseppe Cambini. Il programma che il Trio Hegel offrirà agli ascoltatori a Conegliano li accompagnerà in un viaggio italiano da Parigi a Vienna sulle note del trio per archi op. 2 n. 1 in fa maggiore di Giuseppe Maria Cambini, del trio per archi in do maggiore di Luigi Cherubini ed infine della Serenata n. 2 in re maggiore op. 8 di Ludwig van Beethoven.

BIGLIETTI: Intero € 12, Ridotto € 8 (giovani under 30). Dato il numero limitato dei posti si consiglia di prenotare al più presto. Informazioni e PRENOTAZIONE biglietti: cell.: (+39) 380 86 90 410, e-mail: info@associazione-camelliarubra.org

News ed approfondimenti su www.facebook.com/associazione.camelliarubra

Torna su
TrevisoToday è in caricamento