menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La vicina di letto urla, anziana deve pagare per cambiare stanza"

I figli di un'anziana ricoverata a Castelfranco presentano un reclamo all'Asl: "Ci hanno detto che poteva cambiare letto solo pagando"

CASTELFRANCO VENETO — Per cambiare stanza e poter affrontare un ricovero più sereno, deve pagare. Un’anziana di 88 anni è la protagonista della storia raccontata dal Gazzettino. La donna, ricoverata all’ospedale di Castelfranco in gravi condizioni, si sarebbe trovata in camera con una signora malata di Alzheimer che, secondo la sua testimonianza, non avrebbe mai smesso di urlare.

Un disturbo insopportabile per l’anziana, tanto da spingere i figli a chiedere il cambio di stanza per la mamma, cui sarebbero rimasti solo pochi giorni di vita. Ma secondo quanto raccontato dai figli stessi, l’ospedale avrebbe risposto che non ci sarebbero più posti liberi, a meno che non si paghi.

La famiglia dell’88enne ha raccontato al quotidiano la vicenda considerando un’ingiustizia la necessità di dover pagare per un altro posto letto. L’Ulss 8 avrebbe quindi concesso un incontro ai parenti per chiarire la posizione dell’ospedale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento