rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Record di presenze per la 29ma edizione di Treviso Antiquaria

L'evento dedicato all'arte antica, che ha attirato a Treviso il doppio delle presenze del 2012, si concluderà domenica 22 settembre, ma già si parla di un'edizione da record

Si avvia verso la conclusione, domenica 22 settembre, la 29ma edizione di Treviso Antiquaria, Mostra Nazionale di Arte Antica, ma è già evidente che si è trattata di un'edizione da record.

I primi due week end infatti hanno già registrato un incredibile successo di pubblico e critica, con un raddoppio delle presenze rispetto agli anni scorsi. Indice che il settore dell’arte antica occupa sempre maggiore importanza nella scena sociale. Le prime indiscrezioni parlano di trattative in corso per i pezzi più importanti della mostra, tra cui rari oggetti appartenuti alle più famose famiglie nobili dai Borgia ai Savoia, dai Medici agli Asburgo, oltre a quadri di maestri quali Ciardi, Milesi, Dall’Oca Bianca, Bordignon, Balla e Rossi fino ad un anello con diamante da tre carati e mezzo.

Treviso Antiquaria 2013

L'edizione 2013 di Treviso Antiquaria è stata contrassegnata da molte novità, che hanno contribuito a creare curiosità intorno al mondo dell’arte antica.

Oltre ad un eccezionale parterre di opere esposte con espositori da tutta Italia, la mostra ha puntato su un'immagine contemporanea completamente rinnovata e nuovi strumenti multimediali per la sua comunicazione che hanno saputo attirare nuove fasce di pubblico. Si tratta infatti della prima mostra di arte ad essere presente su Gong, applicazione al mondo 3.0 di ultima generazione, gratuita, che rappresenta l’evoluzione dell’informazione in quanto, grazie alla geolocalizzazione e profilazione del target, mette al centro dell’attenzione i cittadini che desiderano ricevere informazioni utili a portata di mano in base alle loro esigenze.

Grande attenzione si è riposta anche nello stimolare l’interazione con l’utente grazie a internet e a un percorso studiato all’interno della mostra per fare in modo che ogni espositore accogliesse il visitatore nel suo stand “salotto” per raccontargli le magiche storie che si celano dietro alle opere.

"Questa edizione della mostra sia rivolta in particolar modo ai giovani, collezionisti e non - spiega Francesco Li Volsi, per la prima volta quest’anno a capo dell’Associazione Trevigiana Antiquari promotrice della mostra - per dimostrare come l'arte antica abbia un fascino sempre attuale e tante emozioni estetiche da regalarci. Treviso Antiquaria è l'unico evento del suo genere completamente gratuito per il visitatore perché nasce con il nobile scopo di stimolare l'attenzione e la crescita collezionistica anche tra i non habitué. Spero che il pubblico possa ancora una volta stupirsi di fronte a una varietà straordinaria di arredi, oggetti, gioielli, quadri, sculture che potranno soddisfare le esigenze di tutte le tasche”.

E la varietà della opere in mostra è davvero eccezionale: dipinti dal Cinquecento ai primi del Novecento, ricercatissime maioliche e ceramiche italiane, preziosi tappeti ed arazzi, gioielli ed argenti da collezione, originali edizioni di libri e stampe antichi, sculture del Quattrocento, manufatti medievali e rinascimentali, rare icone russe e veneto-cretesi, nonché mobili ed arredi principeschi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Record di presenze per la 29ma edizione di Treviso Antiquaria

TrevisoToday è in caricamento