rotate-mobile
Cronaca Conegliano

Barca affondata al largo di Trieste, recuperato il relitto

Mercoledì 17 novembre ci sono volute sei ore per recuperare l'imbarcazione sui cui hanno perso la vita Vittorio e Stephane Verongalli di Conegliano. Il relitto si trovava a dieci metri di profondità

Mercoledì 17 novembre i vigili del fuoco, sotto il coordinamento della Capitaneria di Porto di Trieste, hanno recuperato l'imbarcazione affondata a Duino lunedì 8 novembre.

I vigili del fuoco hanno operato a bordo di due imbarcazioni del Nucleo Soccorso Subacqueo Acquatico e di una motobarca degli specialisti nautici del comando di Trieste. L’imbarcazione affondata, che si trovava ad una profondità di 10 metri, è stata portata in superficie dai sommozzatori mediante speciali palloni di sollevamento; successivamente si è provveduto, tramite elettropompe, a svuotare l'unità dall’acqua tanto da garantirne il galleggiamento. Una volta raggiunta un’adeguata riserva di spinta la motobarca dei vigili del fuoco ha trainato il relitto nel cantiere nautico in località Monfalcone. Le operazioni di recupero sono durate dalle ore 10 alle 16, sempre seguite da un’unità della Capitaneria di Porto triestina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barca affondata al largo di Trieste, recuperato il relitto

TrevisoToday è in caricamento