Cronaca

Crespano dice sì al referendum per l'indipendenza del Veneto

Il Consiglio comunale di Crespano del Grappa ha approvato all'unanimità un ordine del giorno a sostegno del progetto di legge regionale

In foto il Municipio di Crespano del Grappa

Il Consiglio comunale di Crespano del Grappa ha approvato all'unanimità un ordine del giorno a sostegno del progetto di legge regionale che promuove il referendum per l'autonomia del Veneto, presentato a inizio novembre da Costantino Toniolo, presidente della I Commissione, e da Carlo Alberto Tesserin, presidente della Commissione Statuto. Crespano è il primo comune del Veneto a sostenere formalmente l'iniziativa legislativa che vuole attivare un percorso politico e giuridico che porti i veneti a esprimersi sull’autonomia attraverso un referendum consultivo e contemporaneamente autorizzare la Giunta regionale a negoziare migliori condizioni di autonomia con il Governo centrale. 

Il progetto di legge è stato illustrato nell'aula consiliare del comune di Crespano  venerdì sera dallo stesso presidente Tesserin, che ha sottolineato come il tema dell'autonomia veneta sia prioritario in un momento in cui lo Stato sta accentrando sempre più competenze. "La nostra proposta", ha spiegato Tesserin, "parte dalle stesse premesse sostenute dagli indipendentisti ma suggerisce un iter più concreto e percorribile all'interno dell'attuale assetto costituzionale: noi chiediamo delle cose che esistono già nelle Regioni a statuto speciale con noi confinanti".

Tesserin ha annunciato che la proposta di legge sarà discussa martedì prossimo in I Commissione accanto a quella sull'indipendenza: "Tra le due iniziative non c'è nessuna competizione", ha rimarcato il rappresentante del Pdl-Ncd. Il presidente della Commissione Statuto ha poi fatto riferimento all'emendamento presentato recentemente dal Governo e che vuole riconoscere maggiore autonomia fiscale e impositiva al Trentino-Alto Adige: "In questo modo Roma va ad acuire una disparità di trattamento ormai ingiustificabile. Penso che i tempi siano maturi per instaurare un contenzioso presso le Istituzioni europee". Sulla stessa lunghezza d'onda il sindaco di Crespano Annalisa Rampin: "Per i comuni la situazione è divenuta insostenibile, per questo è nostro dovere di amministratori favorire tutte quelle iniziative che vanno nella direzione di dare maggiore autonomia ai territori. La proposta di un referendum per l'autonomia del Veneto è fattibile. Mi auguro che Crespano sia il primo comune di una lunga serie a sostenere questa iniziativa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crespano dice sì al referendum per l'indipendenza del Veneto

TrevisoToday è in caricamento