menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Riese, Gianluigi Contarin

Il sindaco di Riese, Gianluigi Contarin

Convegno con zuffa a Godego, relatore aggredisce il sindaco di Riese

L'episodio lunedì, durante un meeting sull'impianto a biogas che dovrebbe sorgere a Loria. Sergio Bernardi dopo il suo intervento ha spintonato Gianluigi Contarin

Discussione animata, lunedì sera, nella sala parrocchiale di Castello di Godego, dove si parlava dell'impianto a biogas che dovrebbe sorgere a Loria. Al termine degli interventi uno dei relatori, Sergio Bernardi, è venuto alle mani con il sindaco di Riese Pio X, Gianluigi Contarin.

Secondo quanto riporta la Tribuna di Treviso, Bernardi ha puntato il dito contro i primi cittadini di Riese, Loria e Godego, che secondo lui non avrebbero fatto nulla per opporsi al progetto della Regione, tanto da non essere nemmeno presenti al convegno. Ma i tre sindaci c'erano ed erano addirittura seduti in prima fila, e al momento di prendere la parola non hanno mancato di replicare alle accuse di Bernardi.

Lo scambio di battute è proseguito anche una volta terminato il convegno. Dopo i saluti il relatore ha continuato a sostenere la propria posizione con Pier Antonio Nicoletti, sindaco di Castello di Godego, e il collega di Riese Pio X, Gianluigi Contarin. Proprio con quest'ultimo Bernardi è passato dalle parole ai fatti.

Mentre Contarin ricordava al suo interlocutore il suo impegno contro l'impianto a biomasse a Riese, accusandolo di aver detto falsità, Bernardi lo ha spintonato. A placare gli animi ci ha pensato Nicoletti, che ha chiesto a Bernardi di scusarsi. Il relatore se n'è andato, continuando a sostenere la propria verità. Ma le scuse alla fine sono arrivate, per iscritto. Due giorni dopo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento