menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della presentazione del progetto

Un momento della presentazione del progetto

RetEventi 2015 a Treviso: “Expo…niamoci. Cibo per la Mente”

Tredicesima edizione per RetEventi, il macro-festival interdisciplinare della Marca trevigiana: 97 comuni partecipanti con 125 associazioni che organizzano 172 manifestazioni

TREVISO 97 comuni partecipanti (tutti i 95 trevigiani più Bassano del Grappa e Roma), 125 associazioni che organizzano 172 manifestazioni e 975 appuntamenti di cui 12 al Sant'Artemio. Dall’estate all’inverno, i luoghi peculiari della nostra provincia diventano un palcoscenico, un teatro diffuso, sviluppando un tema mai come oggi attuale: “Expo …niamoci. Cibo per la mente”. ll presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro ha ricordato che “Reteventi, il festival plurale della Marca è giunto alla tredicesima edizione, consolidando il suo successo e la qualità di quanti partecipano, nonostante le difficoltà del periodo storico a riprova della bontà del progetto. La Provincia di Treviso ha cercato in ogni maniera di riuscire a dare continuità pur avendo diverse problematicità economiche e a tal riguardo non posso che ringraziare le associazioni che ci hanno aiutato a costruire l'edizione di quest'anno in sinergia nonostante i tagli che abbiamo dovuto operare".

L’assessore al Turismo, Silvia Moro entrando nel dettaglio dell’edizione ha aggiunto che “quest'anno abbiamo mantenuto il palinsesto nella linea degli ultimi anni – e ricorda Moro - Questa rete è nata nel 2003 con solo alcuni comuni. Oggi siamo a 97 comuni a testimonianza della crescita del progetto culturale ormai radicato sul territorio. È il segno della bontà di un progetto che è stato esportato come modello anche nelle altre Province. Quest’anno la formula di comunicazione e promozione è quella digitale, sempre a disposizione di tutti con grande facilità”. Tredicesima edizione che da un anno erge a carattere regionale: la nascita di “RetEventi Cultura Veneto”, infatti, è testimonianza di un'iniziativa di successo che è stata capace di mettere in rete tutto il territorio e che può essere quindi replicato. “Peculiarità del progetto: utilizzare il territorio come ‘teatro diffuso’…” Per rispondere così alle istanze di una provincia che è divenuta un’unica "città diffusa" ove l'aumento della mobilità e l'innalzamento del potenziale medio di istruzione consentono e richiedono una distribuzione degli spettacoli in palcoscenici atipici. Riemergono, allora, dal tessuto urbano palcoscenici inusuali: piazze storiche, ville venete, palazzi, chiese, castelli e borghi antichi. La cultura, uscendo dai suoi luoghi deputati, i teatri tradizionali, va dunque sempre più verso il pubblico, e favorisce l’incontro e la democratizzazione dei processi. Si tratta sempre di un'offerta culturale di qualità, accessibile al grande pubblico ed organica al territorio in un periodo dell’anno in cui è maggiore la propensione alla mobilità e alla partecipazione da parte dei cittadini trevigiani nonché la presenza di turisti veri, interessati ad assistere ad eventi e a scoprire luoghi di valore storico e architettonico e non solo.

Reteventi è il ‘ripensamento’ culturale e valoriale del territorio …” Il progetto, realizzato da un network di soggetti privati e pubblici del territorio,  nel tempo è commutato da occasione per il tempo libero a risorsa culturale strategica per un territorio in progressiva evoluzione. Il network culturale si trasforma da organizzazione che garantisce un’offerta di spettacoli  di svago con rilevanti  ricadute  turistiche  a  un’organizzazione  capace  di stimolare e diffondere  in  modo  capillare  riflessioni  riguardo a tematismi  di grande  pregnanza  per  la  comunità  trevigiana. Il tema di quest'anno, “Expo …niamoci. Cibo per la Mente”. L'Esposizione Universale 2015 è il più grande evento mai realizzato sull'alimentazione e la nutrizione e che avrà la capacità di aumentare l'attrattiva del Paese generando un importante flusso di turisti che visiteranno le città italiane. Il binomio vincente, Milano-Venezia, consentirà di attirare molti visitatori anche nella Marca Trevigiana che si trasformerà in una vetrina internazionale dove l'arte, l'architettura, il paesaggio e le eccellenze del gusto si fonderanno dando vita a delle occasioni straordinarie di conoscenza del nostro territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento