Una scatola di candelotti di dinamite ritrovati in un casolare di Revine Lago

L'esplosivo era all'interno di un rustico in via di ristrutturazione in via Sottocroda. Intervenuti sul posto i carabinieri che hanno posto sotto sequestro il materiale, risalente al secolo scorso e di fabbricazione inglese

I candelotti di dinamite

Una scatola con nove candelotti di dinamite, lunghi 25 centimetri e dal diametro di 8 centimetri. Questo il pazzesco ritrovamento avvenuto nella giornata di lunedì durante i lavori di ristrutturazione di un casolare a Revine Lago, in via Sottocroda. L'esplosivo, risalente al secolo scorso e di fabbricazione inglese, era in ottimo stato di conservazione ed è stato ora posto sotto sequestro.

Il cittadino, appena fatto il rinvenimento, ha subito allertato i carabinieri della Stazione di Cison di Valmarino che, giunti sul posto, hanno provveduto a mettere in sicurezza i candelotti, in attesa dell’intervento di personale specializzato per le attività di bonifica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La segnalazione fatta dal soggetto -si legge in un comunicato emesso dall'Arma- rientra negli obblighi imposti dall’art. 20 della Legge nr. 110/1975, in base al quale chiunque rinvenga esplosivi di qualunque natura o venga a conoscenza di rinvenimenti di esplosivi è tenuto a darne immediata notizia al più vicino comando dei Carabinieri. A quest’obbligo di natura giuridica si aggiungono le precauzioni da adottare in materia di sicurezza, pertanto il divieto assoluto di toccare o maneggiare il materiale rinvenuto e di attendere l’intervento delle forze dell’ordine».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Lutto per lo scoutismo trevigiano: malore improvviso stronca Mario Favaretto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento