Cronaca

La foto choc: bambini fanno il saluto romano al raduno dei naziskin di Revine

Lo scatto, fin da domenica, sta diventando virale sui social network e sta scatenando forte indignazione tra le associazioni dei partigiani e non solo

REVINE LAGO E' destinata a creare aspre polemiche una foto che fin dalla giornata di ieri sta diventando virale sui social network: un gruppo di quattordici bambini intenti a fare il saluto romano durante "Ritorno a Camelot 2016", il raduno del Veneto Fronte Skinheads di Revine Lago. Lo scatto sta scatenando feroci polemiche soprattutto tra i rappresentanti delle associazioni dei partigiani, in particolare l'Anpi.

"Sono indignata, come veneta, come cittadina italiana, come cittadina del mondo dall'Evento "Ritorno a Camelot" 2016 -ci scrive una lettrice- Non capisco come sia possibile ammettere in Italia una manifestazione simile, dove l'apologia di fascismo è un reato previsto e punito dalla legge Scelba. Cos'è lì non valgono le leggi? Come è possibile che siano date le concessioni per tali manifestazioni? Molte delle persone presenti a quel festival negano l'esistenza dei campi di concentramento (anche questo reato), ed inneggiano continuamente al ritorno del Duce. Ma la cosa che più mi ha dato fastidio è stato vedere questa "cartolina" del festival... i bambini che fanno il saluto nazi-fascista. Un passo indietro di 100 anni, la cartolina della sconfitta umana".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La foto choc: bambini fanno il saluto romano al raduno dei naziskin di Revine

TrevisoToday è in caricamento