rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Mogliano Veneto / Via P. Veronese

Sorpresi ad abbandonare rifiuti in strada: fermati due ecovandali

Dalla scorsa estate ad oggi la polizia intercomunale di Mogliano Veneto ha effettuato 159 controlli su pubblici esercizi per la verifica del rispetto delle norme anti-Covid

Mercoledì 3 novembre, ore 15.30, durante un controllo di routine, gli agenti del Corpo intercomunale di polizia locale hanno notato due persone che stavano abbandonando dei rifiuti lungo via Veronese a Zerman.

«Il controllo s’inserisce in un quadro complessivo più ampio che vede impegnata la polizia locale, con l’insostituibile collaborazione degli ispettori ambientali di Veritas, nel contrasto all’abbandono e al conferimento errato dei rifiuti - spiega il Comandante, Stefano Forte - Il posizionamento di diverse telecamere nei punti solitamente oggetto di abbandoni, contribuisce a scoraggiare e in alcuni casi a identificare gli autori delle violazioni. È indubbio che il controllo del territorio sia un altro aspetto fondamentale per identificare e sanzionare queste odiose infrazioni».

Dall'estate ad oggi la polizia intercomunale ha effettuato numerosi controlli anti-degrado, lotta alla prostituzione, disturbo della quiete pubblica. Complessivamente sono stati eseguiti 159 controlli su pubblici esercizi per la verifica del rispetto della quiete pubblica e sul rispetto delle norme anti-Covid. Un centinaio i controlli che hanno interessato le Corti Benedettine, piazza dei Caduti, il retro del distretto sanitario, piazza Pio X, area del centro città, piazza Berto, via Monte Pelmo, l’area "Torni", la zona della stazione ferroviaria, piazza S. Antonio, via Ruffini, via Marignana, via XXVIII Aprile. Per quanto concerne l'attività di monitoraggio e contrasto alla prostituzione su strada sono state identificate 23 prostitute fermate complessivamente 166 volte, e rilevate 29 violazioni dell'articolo 20 del Regolamento di Polizia Urbana, riguardanti sia i clienti sia le prostitute.

I commenti

«Un plauso al lavoro degli agenti del Corpo Intercomunale di polizia locale per la grande attenzione all’ambiente e per il costante monitoraggio del nostro territorio - dichiara il sindaco Davide Bortolato - È sempre più determinata l'azione della nostra Amministrazione comunale nella lotta a chi sporca e abbandona rifiuti nel nostro comune. Basterebbe poco per migliorare il territorio e il nostro pianeta, è dai piccoli gesti che parte il cambiamento. Abbandonare i rifiuti, oltre che un reato, è un danno per tutta la comunità. La nostra lotta agli ecovandali continua».

«L’operato del Corpo Intercomunale di Polizia Locale è fondamentale per la sicurezza dei cittadini in ogni ambito, dal camminare sereni per la città all’essere tutelati per quanto riguarda rifiuti indesiderati e spesse volte dannosi che qualche persona pensa di scaricare a casa di altri per fare meno fatica - conclude l'assessore alla Sicurezza, Marco Donadel - Molti sono stati, a oggi, gli interventi degli agenti che monitorano il territorio, dalla lotta alla prostituzione, alla violazione dei regolamenti comunali, del codice della strada, solo per citarne alcuni. Il nostro impegno per la sicurezza dei cittadini è costante».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi ad abbandonare rifiuti in strada: fermati due ecovandali

TrevisoToday è in caricamento