Rissa notturna nel quartiere: i residenti si risvegliano con una scia di sangue in strada

L'episodio è avvenuto verso le 3.30 di sabato in Corte delle Rose a Conegliano. Sul fatto stanno indagando le forze dell'ordine

Uno scorcio di Corte delle Rose

Pugni, calci e bottigliate reciproche. Questo quanto successo, sabato verso le 3.30 della notte, nella centralissima Corte delle Rose a Conegliano. A sfidarsi, probabilmente, alcuni tossicodipendenti e sbandati che da tempo gravitano nell'area, tanto che non si tratta affatto del primo episodio simili in zona. Questa volta però, come riportano i quotidiani, la tremenda zuffa ha lasciato anche diverse tracce di sangue sia sul selciato che lungo le pareti e le vetrine di alcuni negozi, scatenando così le ire dei commercianti del quartiere preoccupati che Corte delle Rose possa in breve tempo diventare una "succursale" dei malviventi del Biscione. In ogni caso, la rissa è stata udita fin da subito dai residenti, ma all'arrivo delle forze dell'ordine il gruppetto si era già allontanato verso la stazione e via Mazzini. Per questo motivo, in queste ore verranno visionate le immagini delle telecamere di sicurezza della zona per cercare di dare un'identità agli aggressori e tentare di capire i motivi alla base di quanto successo nella notte. Inoltre, a seguito di quanto successo, il sindaco Fabio Chies ha convocato per martedì in Comune un tavolo sulla sicurezza del quartiere per provare a trovare delle soluzioni utili a limitare quanto più possibile il degrado di una bellissima area come quella di Corte delle Rose.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento