rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca Mogliano Veneto / Via XXIV Maggio

Mogliano, caos alla sala slot: 43enne ucraino perde i soldi e scatena una rissa

Il fatto è successo lunedì sera alla Green Bet di via XXIV Maggio. L'uomo, dopo aver ferito un militare, è stato scoperto essere un clandestino e verrà ora processato il 9 aprile

MOGLIANO VENETO Violenza e resistenza a pubblico ufficiale. E' con quest'accusa che lunedì sera un 43enne ucraino è finito in manette prima di venir condotto presso il carcere di Santa Bona a Treviso. L'uomo infatti, come riporta "la Tribuna" in edicola oggi, è stato arrestato dai carabinieri di Mogliano e Casier dopo aver scatenato una rissa all'interno del locale Grenn Slot in via XXIV Maggio, a due passi dal Bar Verdi.

Y.K., questo il nome del 43enne che si è poi scoperto essere persino clandestino, era difatti in evidenti condizioni alterate dall'assunzione di alcol quando, dopo aver sperperato inutilmente alle slot machines il denaro previsto per la serata, ha pensato bene di malmenare un'amica napoletana, ma domiciliata a Mestre, per il semplice motivo che quest'ultima aveva rifiutato di prestagli ulteriori fondi per continuare a giocare d'azzardo. Sono quindi volati spintoni, schiaffi e calci, tanto che sul posto sono dovuti intervenire i militari.

Il cittadino ucraino, però, non ne voleva sapere di calmarsi e ha persino ferito ad una gamba un carabiniere e a quel punto per lui sono scattate le manette e il carcere, non prima però di un passaggio presso il pronto soccorso dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso per una inevitabile sedazione. Processato per direttissima martedì mattina, il 43enne rimarrà ora in carcere perlomeno fino al prossimo 9 aprile, data in cui verrà ascoltato dal giudice e nella quale potrebbe ricevere un provvedimento di espulsione dall'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mogliano, caos alla sala slot: 43enne ucraino perde i soldi e scatena una rissa

TrevisoToday è in caricamento