rotate-mobile
Cronaca Ponte San Martino

Maxi rissa a Ponte San Martino, da sabato presidio permamente

Dopo l'episodio di sabato, a Ponte San Martino, il Comune interviene e dispone un presidio permamente della polizia locale, che stazioni nella zona il sabato pomeriggio e tuteli passanti e commercianti

Forse in ritardo, dopo la maxi rissa tra baby gang di sabato scorso, Ca' Sugana interviene e dispone un presidio permanente nella zona di San Martino.

Sabato decine di ragazzi si erano affrontati nei pressi della chiesa, picchiandosi in mezzo alla strada, tra il traffico bloccato e la gente sbigottita.

Le baby gang si erano dileguate solo all'arrivo della polizia locale, lasciando residenti e commercianti furibondi per l'accaduto.

Da mesi negozianti e abitanti lamentavano episodi di microcriminalità nella zona, ma le loro lamentele erano passate inosservate.

Domenica, dopo un confronto con il comandate della polizia locale, la decisione dell'assessore alla Sicurezza, Andrea De Cecchi. a partire da sabato 2 febbraio una pattuglia di agenti stazionerà tra il ponte e Palazzo Onigo, nell'orario di chiusura del centro alle auto.

Il presidio dovrebbe aiutare a prevenire grida, taccheggi, risse e degrado, che secondo quanto riferito dai commercianti sono ormai all'ordine del giorno. Con ripercussioni sugli affari.

L'area di Ponte San Martino, corridoio di accesso al centro storico, è di fatto divenuta un'appendice di via Roma, dove passanti e residenti non si sentono più sicuri e, quindi, non si fermano a fare spese. Tanto che in autunno i negozianti avevano lanciato una petizione che, tuttavia, non aveva sortito gli effetti sperati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi rissa a Ponte San Martino, da sabato presidio permamente

TrevisoToday è in caricamento