menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Roma teatro dell'aggressione

Via Roma teatro dell'aggressione

Treviso: picchiano e rapinano un 20enne. Arrestati due marocchini

L'episodio venerdì notte in via Roma a Treviso. Un 20enne è stato picchiato a sangue e rapinato da due connazionali poi finiti in manette

TREVISO - Incredibile episodio di violenza in centro a Treviso quello che si è verificato venerdì verso mezzanotte in via Roma in zona stazione, nei pressi della "Sfera" dello scultore Simon Benetton. 

Come riportano i quotidiani locali infatti, un 20enne marocchino è stato prima picchiato e poi rapinato da due connazionali di 25 e 30 anni, entrambi poi finiti in manette nel carcere di Santa Bona. Il fatto è avvenuto ancora una volta in una delle zone di Treviso maggiormente contestata dai cittadini e non solo per i continui episodi di violenza e illiceità che da tempo ormai sembrano non avere più fine. In questo caso protagonisti della nottata sono due malviventi marocchini che hanno prima seguito un connazionale per le vie del centro e poi, una volta che questo è giunto nella zona della stazione delle corriere, lo hanno accerchiato per derubarlo.

Il giovane però non si è fatto intimorire dai due ladri e ne è nata quindi una colluttazione dove però ha avuto la peggio. Il duo lo ha infatti prima preso a calci, pugni, testate e colpi con la copertura d'acciaio di un bidone della spazzatura, tanto da procurargli un serio trauma facciale e la rottura del setto nasale, e poi lo ha derubato del giubbotto contenente due telefonini, 40 euro, le chiavi di casa e alcuni documenti. Non paghi però di quanto già realizzato, i due malviventi lo hanno anche minacciato con i cocci di una bottiglia di vetro prima di fuggire lontano.

Fortunatamente testimone della scena è stato un tassista di passaggio che ha subito soccorso il ragazzo e contattato la polizia che in breve tempo si è messa alla ricerca dei due rapinatori, poi ritrovati all'interno di un convoglio ferroviario nel deposito di via Dandolo. Inequivocabile l'identità dei due ladri, beccati mentre ancora si spartivano la refurtiva, oltre al fatto che uno dei due aveva ancora in tasca i cocci con cui aveva minacciato il 20enne e presentava su un fianco i segni della rissa, tanto che poi è stato trasportato in ospedale per le cure del caso e dove gli è stata diagnosticata una frattura del costato guaribile in 25 giorni. Per entrambi comunque l'accusa è di rapina aggravata in concorso e lesioni gravi, mentre per il giovane, visto le ferite riportate, la prognosi è stata di circa un mese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento