Rissa tra albanesi e marocchini: un ragazzo finisce nelle acque del Siletto

Ancora tafferugli nelle vicinanze del supermercato Pam di Piazza Borsa. Venerdì pomeriggio due gruppi di giovani stranieri sono venuti alle mani e uno di loro è finito in acqua

Una nuova rissa è scoppiata nel pomeriggio di ieri, venerdì 28 febbraio, tra via Zorzetto e via Fiumicelli a pochi metri di distanza dal supermercato Pam dietro Piazza Borsa. A dare per primi l'allarme sono stati i dipendenti della Camera di Commercio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "La Tribuna di Treviso" due gruppi di giovani stranieri, marocchini e albanesi, sono venuti alle mani nel tardo pomeriggio. In preda all'alcol hanno iniziato a darsi calci e pugni fino a quando, nel parapiglia generale, uno di loro ha perso l'equilibrio finendo nelle acque del Cagnan della Roggia (detto anche Siletto). Pochi minuti dopo aver ricevuto la segnalazione di quanto stava accadendo, sul posto sono intervenute le volanti della Polizia. Non appena i ragazzi hanno sentito le sirene in lontanza sono scappati facendo perdere le loro tracce. Gli agenti sono rimasti in zona per diversi minuti ma nessun ragazzo è stato fermato per il parapiglia. Quello di venerdì pomeriggio è solo l'ultimo episodio di violenza tra baby gang in ordine di tempo. La preoccupazione dei residenti è che, con la fine dell'inverno, episodi del genere possano diventare all'ordine del giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento