Cronaca Vedelago

Maxi rissa per un debito di 300 euro a Vedelago, cinque denunce

Secondo gli accertamenti dei carabinieri un 21enne romeno avrebbe preteso la somma di denaro da due fratelli. I coinvolti all'ospedale

VEDELAGO — Calci e pugni per un debito di 300 euro. Due feriti medicati al pronto soccorso e cinque denunce. È il bilancio di una rissa avvenuta a Vedelago a causa di una somma di denaro pretesa da un 21enne di origine romena residente nello stesso comune.

Stando agli accertamenti dei carabinieri, lunedì tra il giovane straniero e due fratelli connazionali sarebbero volati calci e pugni, fino all’arrivo dei militari dell’Arma, probabilmente allertati da alcuni passanti. Per le persone coinvolte nella zuffa è scattata subito una denuncia: oltre al 21enne di Vedelago, a finire nei guai sono stati un 21enne di Castelfranco Veneto, un altro 21enne di Camposampiero e i due fratelli, di 17 e 25 anni, che secondo le testimonianze dovevano i 300 euro al creditore. I feriti sono stati accompagnati all’ospedale di Castelfranco dove sono stati sottoposti alle cure del caso e subito dimessi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi rissa per un debito di 300 euro a Vedelago, cinque denunce

TrevisoToday è in caricamento