rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Ristoranti aperti per servire le partite Iva: la Prefettura fa scattare i controlli

Come dichiarato dal Prefetto di Treviso, in tutta la Marca si moltiplicano i ristoranti che eludono le normative vigenti su mense aziendali e catering continuativo su base contrattuale

Il Prefetto di Treviso, Maria Rosaria Laganà, ha riunito nella mattinata di mercoledì il Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica in composizione ristretta sul tema, tra l’altro, dei controlli sul rispetto delle misure anticontagio per il prossimo fine settimana e per il periodo delle festività pasquali. In particolare, dalle discussioni è emerso che diversi ristoranti del trevigiano in queste settimane stanno cercando di eludere la normativa prevista dall'ultimo Dpcm che prevede la sospensione delle attività dei servizi di ristorazione ad esclusione delle mense aziendali e del catering continuativo su base contrattuale. Molti, infatti, non rispettano le regole e pubblicizzano persino sui social network l’offerta del servizio di somministrazione al tavolo di cibi e bevande non solo ai dipendenti di aziende con le quali è in essere un contratto di somministrazione pasti, ma anche a titolari di partita IVA o liberi professionisti.

Il Ministero dell’Interno, tra l'altro, ha recentemente confermato che non è consentita, in quanto non riconducibile alle succitate attività di mensa o catering continuativo, la possibilità per il titolare di partita IVA o libero professionista di instaurare con un pubblico esercizio un rapporto contrattuale di somministrazione al tavolo di alimenti e bevande, non essendo in questi casi configurabile alcun tipo di servizio di mensa o catering. Proprio su queste basi, inoltre, il Prefetto ha recentemente diramato una direttiva alle associazioni di categoria e ai singoli sindaci affinché si effettuino i controlli del caso. Nel corso della riunione, infine, il Comitato Provinciale ha disposto anche mirati servizi di controllo e vigilanza da parte delle forze di polizia, tutti specificatamente diretti a contrastare l’elusione delle regole imposte dal Dpcm al fine di prevenire il contagio da Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristoranti aperti per servire le partite Iva: la Prefettura fa scattare i controlli

TrevisoToday è in caricamento