rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Santa Lucia di Piave

Ritrovata morta sul greto del torrente Crevada, giovedì l'autopsia

Susanna Baseggio, 53enne di Santa Lucia, era scomparsa la mattina del 16 dicembre ed è stata rinvenuta senza vita . L'esame autoptico, affidato al patalogo Alberto Furlanetto, dovrà chiarire le cause del suo decesso

Sarà svolta presumibilmente giovedì 3 febbraio l'autopsia sul corpo di Susanna Baseggio, la donna di 53 anni allontanatasi da casa la mattina del 16 dicembre e il cui cadavere è stato ritrovato il 30 gennaio scorso, sul greto del torrente Crevada, nel tratto che rasenta il paese di Sarano di Santa Lucia, a poche centinaia di metri dalla casa dove abitava.

Sara Baseggio era uscita dal'abitazione alle prime luci dell'alba, con indosso solo felpa, un giubbetto e le scarpe da ginnastica. «La sera prima - ha riferito in fratello Ellis - ci aveva detto: vi voglio bene, dite anche a papà che gli voglio bene. Quella frase però non aveva fatto pensare a quello che sarebbe successo. Poi la mattina seguente, senza che ce ne accorgessimo, si era allontanata da casa, lasciando qui anche i suoi documenti d’identità personali».

Non è chiaro che cosa sia successo dopo, se la donna possa essere stata colpita da un malore, se sia scivolata o se il decesso sia stato provocato da un gesto volontario. Tutte circostanze su cui dovrà fare luce l'esame autoptico, affidato al medico patologo Alberto Furlanetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovata morta sul greto del torrente Crevada, giovedì l'autopsia

TrevisoToday è in caricamento