Cronaca Roncade

Aspettando l’Adunata del Piave: una Festa Tricolore con i sindaci della Marca trevigiana

Grande partecipazione con oltre 500 persone venerdì sera a Roncade per la consegna delle bandiere ai 95 primi cittadini da parte dei Gruppi Alpini della Marca

RONCADE Una cerimonia solenne eppure semplice ed essenziale, per riunire simbolicamente gli alpini e i sindaci della provincia di Treviso in vista dell’Adunata del Piave. Venerdì sera nel palazzetto dello sport di Roncade la Giornata dell’Unità nazionale, che ricorda anche il nostro inno e la bandiera, ha assunto una connotazione speciale, con la consegna del tricolore ai primi cittadini dei 95 Comuni della Marca trevigiana. Partecipazione straordinaria di sindaci, vicesindaci, assessori e presidenti dei consigli comunali per l’evento a cui hanno presenziato il prefetto di Treviso Laura Lega, il vicequestore Angelo Serrajotto, l’on. Simonetta Rubinato, per l’ANA il generale Renato Genovese e Michele Dal Paos consiglieri nazionali, i presidenti delle Sezioni ANA che organizzano l’Adunata: Treviso Raffaele Panno, Conegliano Giuseppe Benedetti, Vittorio Veneto Francesco Introvigne, Valdobbiadene Francesco Miotto (vicepresidente). Per tutti ha parlato Panno, ricordando l’assoluta novità per l’ANA di un’Adunata “organizzata da quattro diverse Sezioni unite attorno al fiume sacro alla Patria, nell’anno del Centenario”.

La cerimonia, sotto la presidenza del gen. Genovese - coordinata da Daniele Bassetto vicepresidente della Sezione di Treviso e presentata da Nicola Stefani, speaker ufficiale dell’Adunata - ha visto la consegna delle bandiere ai sindaci da parte dei capi gruppo (le 4 Sezioni ne contano in totale 157 poiché in alcuni Comuni operano più gruppi). I primi ad essere coinvolti sono stati proprio i rappresentanti di Treviso, Conegliano, Vittorio Veneto e Valdobbiadene con il sindaco Giovanni Manildo, il presidente del Consiglio comunale Fabio Chies, il vicesindaco Alessandro Turchetto, il sindaco Luciano Fregonese. A fare gli onori di casa il sindaco di Roncade Pieranna Zottarelli. “E’ un’occasione più unica che rara il poter dare a tanti amministratori riuniti il simbolo nazionale che unisce tutti noi” ha detto il generale Genovese, mentre il prefetto ha ricordato l'importanza della data scelta per la cerimonia, il 17 marzo, che segna la nascita della nazione italiana ed è dedicata al suo simbolo, il tricolore, “segno distintivo della comunità e dei valori in cui ci riconosciamo”.

Ha allietato la serata il coro ANA di Roncade “Cime D’Auta” che ha concluso con un indimenticabile inno di Mameli cantato all’unisono dalle penne nere e dai sindaci: in tutto oltre 500 persone con fasce tricolori, vessilli e gagliardetti. Al termine il brindisi in tipico stile alpino. E le penne nere non si fermano nemmeno sabato e continueranno ad imbandierare il territorio: 50 i tricolori che verranno issati sul Ponte della Priula dal locale gruppo, appartenente alla Sezione di Conegliano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aspettando l’Adunata del Piave: una Festa Tricolore con i sindaci della Marca trevigiana

TrevisoToday è in caricamento