menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Investita alla fermata dello scuolabus, per la Procura è abbandono di minore e lesioni

Queste le imputazioni che hanno portato a processo Franco Dalla Torre, 61 anni di Roncade, e Francesca Nichele, 62enne di Monastier, protagonisti  loro malgrado dell'incidente in cui il 17 febbraio del 2017 rimase ferita una ragazzina di 13 anni

Abbandono di minore e lesioni stradali gravi. Sono queste le accuse che hanno portato a processo Franco Dalla Torre, 61 anni di Roncade, e Francesca Nichele, 62enne di Monastier, protagonisti  loro malgrado dell'incidente in cui il 17 febbraio del 2017 rimase ferita una ragazzina di 13 anni, di origine straniera, che riportò il distacco epifisario misto distale della tibia destra, giudicato al tempo guaribile in 40 giorni.

Quel giorno la ragazza venne lasciata dalla scuolabus con alla guida Dalla Torre di fronte alla casa dei genitori, a San Cipriano. La 13enne scese dal mezzo e, correndo attraversò la strada me venne investita dalla Ford Fusion della donna, sbucando da dietro lo scuolabus. Il 61enne è a giudizio in quanto lasciò la 13enne davanti a casa, come era solito fare, senza che ci fosse un adulto ad attenderla, per quanto fossero mesi che il mezzo di trasporto scolastico si fermasse nello stesso posto, che stava dall'altra parte della strada rispetto all'abitazione. Secondo le indagini della Procura vi sarebbe  un "concorso" di responsabilità tra l'investitrice e la ragazzina, che attraversò la strada in un punto in cui non sono presenti le zebre per far passare i pedoni.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento