Rubava gasolio agli autocarri parcheggiati alla cava Mosole di Silea: 44enne in manette

Alla vista di una guardia giurata, il malvivente ha eseguito con l'auto una manovra azzardata. Finito all'interno di un canale, l'uomo si è dato alla fuga a piedi

SILEA I carabinieri della Compagnia di Treviso hanno arrestato un rumeno M.N., 44enne, nullafacente,con numerosi precedenti di polizia, per furto aggravato ai danni di alcuni autocarri parcheggiati all’interno della cava “Mosole” sita in via Cendon di Silea.

Il fatto è accaduto martedì, verso le 05.30, quando il soggetto, alla guida dell’autovettura Ford Galaxy, è stato notato da una guardia giurata uscire dall’ingresso della cava con le targhe, anteriore e posteriore, parzialmente coperte da uno straccio. Alla vista del metronotte l’uomo, probabilmente intimorito e con l’intento di darsi alla fuga, ha compiuto una manovra azzardata finendo con l’auto all’interno del canale che fiancheggia la strada, per poi dileguarsi a piedi nelle campagne circostanti.

Immediato intervento di una pattuglia che ha permesso di appurare che all’interno dell’auto erano nascoste 12 taniche piene di carburante, appena sottratto da alcuni camion che si trovavano all’interno della cava. Dentro l’autovettura, inoltre, è stato rinvenuto materiale da scasso ed un dispositivo elettrico artigianale per aspirare il gasolio dai serbatoi. Dagli accertamenti è stato possibile risalire alla proprietaria del mezzo che risultava essere una donna rumena residente a Treviso, in via Don Milani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agli investigatori dell’Arma, pertanto, è stato sufficiente appostarsi nei pressi dell’abitazione per pizzicare, qualche tempo dopo, l’uomo fuggito il quale ha ammesso di essere stato il responsabile del furto. Il carburante, corrispondente a circa 300 litri, è stato restituito all’avente diritto. L’arrestato sarà trattenuto nella camere di sicurezza del comando di via Cornarotta in attesa di comparire davanti al Tribunale di Treviso per l’udienza con rito “direttissimo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Lutto per lo scoutismo trevigiano: malore improvviso stronca Mario Favaretto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento