Cronaca

Brutta disavventura per il ciclista Sacha Modolo: un'auto lo investe a un semaforo

Pedalata difficile da dimenticare per il ciclista trevigiano che, nelle scorse ore, è stato tamponato da un'automobile mentre si trovava fermo a un semaforo sulle strade della Marca

ASOLO Una pedalata difficile da dimenticare per Sacha Modolo, il ciclista trevigiano che, nella giornata di sabato 9 dicembre, è stato protagonista di una vicenda a dir poco surreale, raccontata dall'atleta sulla sua pagina Facebook.

Modolo era uscito di casa alle 10.15 per una pedalata di allenamento sulle strade della nostra provincia. Tutto sembrava procedere per il meglio almeno fino a quando il ciclista non si è fermato in prossimità di un semaforo rosso, aspettando di ripartire. A quel punto però le cose hanno iniziato a prendere una brutta piega dal momento che un'automobile, arrivata alle spalle di Modolo, non si è fermata al semaforo rosso e ha tamponato il ciclista in sella alla sua bici, investendolo. Solo a quel punto l'uomo alla guida si è fermato, ha guardato il ciclista e, a detta di Modolo, gli ha riso in faccia senza dire una parola. Dall'automobile è scesa solo la ragazza seduta sul posto del passeggero, una escort, che ha subito minimizzato l’accaduto dicendo: “tanto è solo una bici e te non hai niente, cosa vuoi che sia”. Capendo che non avrebbe concluso nulla, Modolo ha fatto le foto al mezzo, dicendo ai due di essere intenzionato a chiamare i carabinieri. Il conducente a quel punto è scappato, lasciando a piedi la compagna/escort che, incamminandosi in pasticceria, con disinvoltura, ha detto allo sportivo: “fate quello che volete tanto io non lo conosco e non so chi sia”.

Allibito e disorientato per l'accaduto, Modolo ha chiamato i carabinieri che gli hanno suggerito di contattare il 118. Dopo una serie di telefonate in cui carabinieri e Suem dichiaravano di non riuscire a intervenire in suo soccorso, Modolo ha chiamato i carabinieri di Conegliano i quali hanno chiesto alla pattuglia di Castelfranco Veneto di mandare qualcuno sul posto. Esasperato, Modolo ha telefonato alla polizia locale di Asolo, che comunque era stata avvisata da Conegliano, ed è stata l’unica a mandare una pattuglia sul luogo dell'incidente. Tramite il numero di targa, le forze dell'ordine sono riuscite a risalire alle generalitá dell’uomo. A suo carico, sostiene Modolo, verranno sporte le dovute denunce nei prossimi giorni. "Fortunatamente io me la cavo “solo” con una forte botta alla schiena!" ha concluso il ciclista.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brutta disavventura per il ciclista Sacha Modolo: un'auto lo investe a un semaforo

TrevisoToday è in caricamento