Da Oviesse a Diadora e Yamamay: Salone d'impresa a Caerano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

CAERANO SAN MARCO - A raccontare la loro personale ricetta anti-crisi ci saranno anche Francesco Sama (direttore generale di OVS), Carlo Palmieri (vicepresidente della Pianoforte Holding, di cui fanno parte i brand Yamamay e Carpisa), oltre al padrone di casa Enrico Moretti Polegato, presidente di Diadora Sport. Sono loro alcuni degli ospiti d'eccezione dell'ultimo evento del ciclo di incontri "Rimettere le scarpe ai sogni", promosso da Salone d'Impresa.

L'appuntamento è per lunedì 26 maggio presso la sede di Diadora Sport a Caerano San Marco (Treviso). "L'Italia della moda. Il made in Italy come faro nel mondo" è il titolo dell'evento, organizzato in collaborazione con PwC, Pasta Zara e Cisco Italy con il partner Vem Sistemi. Nell' occasione Unioncamere Veneto, partner di Salone d'Impresa nell'iniziativa, presenterà un focus, dal titolo "Il Veneto della Moda, un sistema che fa tendenza", che fotografa lo stato di un settore che rappresenta un'importante fetta del comparto manifatturiero regionale (che ha i suoi centri d'eccellenza tra Padova, Vicenza e Treviso), ma che nel 2013 ha fatto registrare ancora flessioni importanti.

Durante il meeting si parlerà proprio di come le imprese del settore moda stanno progettando il rilancio. Il confronto sarà l'occasione per analizzare come stanno cambiando i modelli di business delle piccole, medie e grandi imprese della moda. Gli imprenditori porteranno le loro esperienze per confrontarsi nelle strategie adottate per tornare a crescere e innovare uscendo da questo periodo di crisi economica globale. L'incontro si svolgerà dalle 16.30 alle 21 e sarà aperto da una visita guidata allo stabilimento di Diadora Sport, storica azienda della calzatura sportiva che è tornata a crescere proprio grazie a un importante cambiamento del suo modello di business.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento