menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Biagio di Callalta, il Tar del Veneto dice no all'apertura di una sala slot

Un esercente aveva presentato una domanda cautelare al tribunale amministrativo. Negata dal Comune l’autorizzazione all’attività edilizia per la realizzazione

SAN BIAGIO DI CALLALTA Il Tar Veneto ha respinto la domanda cautelare presentata da un esercente di San Biagio di Callalta, in provincia di Treviso, a cui è stato negata l’autorizzazione all’attività edilizia per la realizzazione di una sala giochi. Il Comune, spiega Agipronews, ha bocciato la richiesta in base al Collegato alla legge di stabilità regionale 2017, nella quale è stabilito che gli interventi edilizi di ristrutturazione delle sale da gioco e il mutamento di destinazione d’uso da qualunque funzione a quella di sala da gioco, sono subordinati al rilascio del Permesso di costruire. Nell’ordinanza del Tar si legge che “il provvedimento impugnato è intervenuto prima del consolidamento degli effetti della certificazione asseverata di inizio lavori, e sembra pertanto da escludere che la sala da gioco possa essere definita come attività già esistente alla data di entrata in vigore della legge regionale” e dunque il ricorso è stato respinto in attesa della decisione di merito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento