Si separa dalla moglie: senza soldi, diventa un rapinatore

E' un 35enne di Carbonera il responsabile del colpo avvenuto lo scorso 14 giugno al bar "Borgo Verde" di San Biagio di Callalta. L'uomo è stato incastrato dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza del locale

SAN BIAGIO DI CALLALTA Nella giornata di ieri i militari del nucleo operativo dei carabinieri di Treviso e i carabinieri di San Biagio di Callalta, hanno denunciato in stato di libertà un giovane incensurato, S.C. 35enne di Carbonera, disoccupato, per la rapina commessa al Bar “Borgo Verde” di San Biagio di Callalta di via Postumia, lo scorso 14 luglio. L’uomo, sotto la minaccia di una pistola, risultata giocattolo, era riuscito a farsi consegnare una somma di circa 700 euro. Le indagini, partire dalla visione dei filmati di video sorveglianza del locale, hanno permesso di identificare il soggetto e di perquisire la sua abitazione dove sono stati rinvenuti gli indumenti indossati durante la rapina. Il giovane si è giustificato asserendo di averlo fatto per difficoltà economiche subentrate e seguito di separazione. La pistola ed il denaro non sono stati rintracciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento