menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Sebastiano, patrono della polizia locale:partecipazione calorosa delle autorità

Il sindaco Manildo: "Un impegno, quello della polizia locale che con passione è sempre presente, non solo per garantire la sicurezza in città, ma anche per il sereno svolgimento dei tanti eventi culturali e artistici che stanno rendendo Treviso sempre più viva e attrattiva"

TREVISO E' avvenuta ieri mattina la celebrazione nel Duomo di Treviso la clebrazione di San Sebastiano, Patrono della Polizia Locale. Tantissime le persone, tra autorità civili e militari, che hanno preso parte alla Santa messa presso il Duomo di Treviso. All’incontro erano presenti il sindaco di Treviso Giovanni Manildo, il vicesindaco e assessore alla sicurezza Roberto Grigoletto, il presidente del consiglio comunale Franco Rosi, altri assessori e consiglieri , sindaci e consiglieri dei comuni limitrofi.

Erano presenti inoltre il prefetto Laura Lega, il procuratore Michele Dalla Costa, il questore Tommaso Cacciapaglia, il capo della guardia di Finanza Alessandro Serena, il capo dei carabinieri Ruggiero Capodivento e diversi  rappresentanti dell’esercito. Schierati ai lati della Chiesa le bandiere e i labari delle locali associazioni combattentistiche e d’arma. La cerimonia religiosa si è svolta con accompagnamento musicale dell’orchestra da camera e corale “Luigi Pavan”  diretto da Maria Rosa Girardi, con la voce di Francesco Grollo.

Al termine della cerimonia, nel Salone del Vescovado, è stato offerto un  buffet realizzato dagli studenti dell’Istituto Engim Turazza, i quali, per l'occasione, hanno preparato una torta speciale. "Un corpo, quello della polizia locale che con impegno e passione è sempre presente, non solo per garantire la sicurezza in città, ma anche per il sereno svolgimento dei tanti eventi culturali e artistici che stanno rendendo Treviso sempre più viva e attrattiva - ha dichiarato questa mattina il primo cittadino di Treviso Giovanni Manildo - a loro va il mio più sentito ringrazimento". 

_SKA4103-2

In occasione della ricorrenza di San Sebastiano, anche il comando della polizia locale di Montebelluna rende noto i dati statistici relativi alle attività svolte nell’anno precedente. “Dal rapporto – spiega il Comandante della Polizia Locale, Stefano Milani - emergono alcuni aspetti significativi: si evidenzia una riduzione delle infrazioni accertate per irregolarità della sosta, segno che l’azione di contrasto e di educazione si è rivelata utile, sebbene sia necessario tener conto che una parte importante del centro nell’ultimo anno è stato oggetto di più cantieri; si segnala anche un aumento delle infrazioni legate alle norme di comportamento, prima fra tutte la guida con il cellulare e senza le cinture di sicurezza, nonché un aumento dei veicoli sprovvisti di assicurazione e della revisione; questo ha comportato un sensibile aumento del numero delle patenti ritirate e dei punti decurtati ”.

Quanto agli incidenti stradali nel 2015 si sono verificati 3 incidenti in più senza feriti rispetto al 2014 e 7 incidenti in meno con feriti. Il numero di persone ferite è inferiore di una unità rispetto all’anno precedente. Sono aumentate anche le sanzioni in materia di commercio ambulante e le sanzioni per violazioni delle ordinanze.“I dati statistici – commenta il sindaco, Marzio Favero – rivelano il buon lavoro fatto dagli agenti della polizia locale guidati prima dal Comandante Favaro, ora in pensione, e poi dal Comandante Milani. Le azioni di contrasto alle irregolarità si sono unite a quelle della prevenzione ed educazione cosicché sono diminuite alcune infrazioni mentre altre sono aumentate soprattutto grazie all’impiego del Sistema Targha con cui la Polizia locale sta portando avanti un’azione importante contro chi guida senza assicurazione e senza revisione, senza contare il mancato uso delle cinture di sicurezza e l’uso del cellulare alla guida: tutti comportamenti ad altissimo rischio. Grazie agli agenti anche per come hanno saputo gestire il cuore cittadino che ha visto la presenza di più cantieri, cui si aggiunge il recente di via Montello. Nonostante gli inevitabili disagi, il sistema viabilistico ha retto, soprattutto grazie al presidio dei Vigili.”

Di fondamentale importanza anche la collaborazione attiva con l’ufficio viabilità che ha portato a condividere la scelta di realizzare l’anello viabilistico dell’area Sansovino con la stazione leggera per gli autobus: si è raddoppiata la popolazione scolastica verso il polo senza contraccolpi per la viabilità. E’ un risultato davvero eclatante anche se poco discusso, tanto più che c’era il rischio reale del collasso viario. La maggior parte degli studenti arriva ora in bus in sicurezza e la mobilità è più fluida. Un grazie di cuore, quindi, alla polizia locale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento