Maestra ferita dall'elica di un ultraleggero, due condannati

Paolo Mazzaro e Francesco Artuso, il primo pilota dell'aereo protagonista dell'incidente e il secondo presidente dell'aviosuperficie Arca di San Zenone dove nel marzo del 2015 una vicentina 45enne, in visita con una scolaresca delle elementari, finì con una mano tranciata

L'aviosuperfice

Non sono state adottate tutte le misure di sicurezza necessarie che avrebbero potuto evitare l'incidente. Per queste ragioni il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a otto mesi di Paolo Mazzaro e Francesco Artuso, il primo pilota dell'aereo protagonista dell'incidente e il secondo presidente dell'aviosuperficie Arca di San Zenone dove nel marzo del 2015 una maestra elementare vicentina 45enne, in visita all'aereoclub con una scolaresca delle elementari, finì con una mano tranciato dall'elica del velivolo. Una tesi che, in attesa delle motivazioni, deve aver convinto il giudice che ha condannato i due uomini a 1 anno e 15 giorni di reclusione, con la sospensione della pena. Il pm aveva chiesto otto mesi.

La maestra venne colpita dalle pale del rotore di un ultraleggero, rischiò di perdere una mano. Alla cloche dell'aereo c'era Mazzaro, che per la Procura mise in atto un manovra errata di parcheggio del mezzo appena rientrato da un volo, puntando il muso contro la donna ferendola gravemente. Per Artuso, al tempo dei fatti presidente dell'Aeroclub, la contestazione è quella di non aver adottato le misure di sicurezza necessarie in occasione della visita della scolaresca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Stavo sistemandomi lì dove dovevo fermare i motori -aveva spiegato Mazzaro- seguendo le disposizioni del personale a terra che mi indicava che fare e stando ben attento di essere a distanza di massima sicurezza dai bambini. La donna non l'ho nemmeno vista avvicinarsi, non ho nemmeno capito perché l'abbia fatto, so solo che ad un certo punto però ho sentito il colpo». I legali dei due imputati, gli avvocati Otello Bigolin e Maurizio Pertile, hanno annunciato che presenteranno appello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento