menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una pistola

Una pistola

Si finge poliziotto e mostra la pistola al barista, denunciato

L'episodio qualche giorno fa in un locale di Santa Lucia di Piave. Denunciato un 53enne senza fissa dimora ma originario del veneziano; l'arma era finta. Chiuso per cinque giorni un bar di via Lourdes e multati i clienti per non rispettare le norme anti-Covid

Si è presentato in un bar a Santa Lucia, il "bar d'Oro", gestito da cittadini cinesi, sostenendo di essere un ispettore di polizia, portando con sé una pistola giocattolo (precisa riproduzione dell’arma in dotazione alle forze di polizia), a cui aveva rimosso il tappo rosso. La bravata è costata cara ad un 53enne, originario del veneziano ma di fatto senza fissa dimora, finito nella rete dei controlli svolti nei giorni scorsi dal Commissariato di Conegliano. L'uomo è stato accompagnato in Commissariato e denunciato per aver simulato di appartenere ad un corpo di polizia. Sono in corso accertamenti su ulteriori responsabilità dell’uomo che non aveva particolari legami con questo territorio.

Nell’ambito di segnalazioni e mirati controlli amministrativi, sono state accertate alcune inadempienze a carico della titolare del caffè "Costa Bassa" di via Lourdes, a cui è stata comminata la chiusura per 5 giorni, per non aver rispettato le prescrizioni del Dpcm, sanzionando anche quattro avventori che stavano consumando al tavolino come nulla fosse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento