menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sarmede Paese delle Fiabe, punto di domanda sull'edizione 2014

La Pro Loco Sarmede dopo la riunione straordinaria dei volontari: "Salva l’edizione 2013, a gennaio decideremo se proseguire o cancellare la manifestazione dopo 26 anni"

Futuro incerto per la storica manifestazione "Sarmede il Paese delle Fiabe". Quest'anno, per la prima volta, la Provincia ha destinato 12 mila euro direttamente agli organizzatori della Mostra dell’illustrazione per l’Infanzia, sollevando non poche polemiche da parte dei volontari della Pro Loco della città, che stanno valutando se proseguire o meno il loro lavoro.

"L’edizione 2013 di 'Sarmede, il paese delle fiabe' si terrà regolarmente, con tutti gli appuntamenti in programma fino a gennaio 2014, poi decideremo cosa fare, se confermare la nostra rassegna o cancellarla dopo 26 anni - spiegano i volontari, che si sono riuniti in un'assemblea straordinaria - E tutto dipenderà da come gli enti pubblici si esprimeranno nei prossimi mesi, se ci confermeranno, o meno, il loro sostegno".

I volontari della Pro Loco, guidata da Stefano Coan e dal direttore artistico della manifestazione, Danny Masutti, sono delusi dalla Provincia di Treviso, che ha tagliato il contributo destinato al Comune di Sarmede per le Fiere del Teatro e la Mostra dell’illustrazione che si tengono in questi mesi. Solo quattromila euro - spiega la Pro Loco - da spartire come si era soliti fare tra le due organizzazioni: 3/5 alla Fondazione che organizza la mostra, 2/5, dunque 1.600 euro, alla Pro Loco ideatrice del contenitore “Sarmede, il paese delle fiabe”.

Ad aver creato ancor più delusione tra i volontari è la notizia, data dal presidente della Provincia Leonardo Muraro, che verrà erogato un contributo di 12 mila euro direttamente alla Fondazione Zavrel che organizza la Mostra, cosa che prima d’oggi non era mai successa. L'accusa che la Pro Loco muove all'ente è dunque quella di aver adottato "Due pesi, due misure".

"Centinaia di persone domenica, ma anche nei giorni precedenti, ci hanno espresso il loro sostegno morale, parole di incitamento a proseguire ma anche di rabbia per questo pesante taglio al contributo – spiegano i volontari - Manifestazioni di stima che ci hanno dato la forza di proseguire, non senza difficoltà, con l’edizione 2013 e di portare a termine tutto il cartellone scandito da spettacoli teatrali per la scuola e la famiglia, laboratori per adulti e bambini, mostre e corsi per insegnanti".

Ora però il punto interrogativo pende sull’edizione 2014: "Vedremo se farla o se cancellare tutto – annuncia la Pro Loco - Tutto dipenderà dalle risposte e dal sostegno che ci arriverà dagli enti pubblici, Regione, Provincia e Comune ai quali in queste ore abbiamo chiesto prospettive e chiarimenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento