menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sbloccati i fondi per le periferie, Manildo: "Una boccata d'ossigeno anche per Treviso"

Soddisfatto il sindaco dopo l'annuncio del premier Matteo Renzi al termine dell'assemblea dell'Anci a Bari: "Il nostro progetto riguarda il quartiere di Santa Maria del Rovere"

TREVISO “Era quello che ci attendevamo. Un impegno dal Governo a favore dei nostri quartieri”. Così il sindaco di Treviso Giovanni Manildo il giorno dopo la visita del premier Matteo Renzi all’assemblea dell’Anci di Bari. “Il Premier ha annunciato lo sblocco dei fondi per le periferie tra il 2016 e il 2017. Un impegno che tutti attendevamo e che per il Comune di Treviso si traduce nella possibilità, che si fa così più concreta, di vedere accolta la richiesta di ammissione al bando nazionale”.

Il Comune di Treviso ad agosto di quest’anno aveva partecipato al bando (con il quale il Governo metteva a disposizione per le periferie italiane fino a 18 milioni di euro), ‘candidando’ il progetto per il quartiere di Santa Maria del Rovere. Un intervento articolato, fatto di più stralci funzionali, che prevede la revisione della piazza, il rifacimento delle pavimentazioni, nuovi collegamenti e percorsi ciclabili.  “Ci contiamo molto – dice il sindaco – anche perché l’attenzione ai quartieri è uno degli obiettivi condivisi con tutta la maggioranza”.

Manildo ripercorre l’intervento del premier pronunciate ieri a Bari e sottolinea: “L’intervento di Renzi è stata un'iniezione di fiducia. Si prospetta una buona legge di stabilità che esclude tagli ai comuni. Tutti gli interventi sulla scuola saranno possibili e posti fuori dal patto di stabilità. Autonomia e responsabilità le parole d'ordine per i territori e i comuni chiamati, tutti, ad accogliere”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento