menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tasi, caos scadenze: nella Marca sono 24 i comuni "virtuosi"

Franco Lorenzon, della Cisl Belluno Treviso: “Il gioco delle tre carte che non aiuta nessuno e porta a nuovi esborsi per i cittadini”

TREVISO - Confusione generale dopo le ultime disposizioni governative sulla Tasi, tassa sui servizi indivisibili, che prevedono slittamenti a settembre/dicembre per i Comuni che non hanno deliberato entroil 23 maggio l’approvazione delle aliquote. “Nessuna semplificazione in vista, anzi, un intreccio di regole sempre più complesso che non aiuta nessuno. - commenta Franco Lorenzon, Segretario Generale Cisl Belluno Treviso – Basti pensare a quanto sta succedendo tra i Comuni che hanno già deliberato le aliquote Tasi  e quelli che invece non sono ancora andati in consiglio comunale, con i relativi slittamenti negli adempimenti e inevitabili strascichi di polemiche. A Treviso sono 24 i Comuni cosiddetti virtuosi, la maggior parte dei quali  tra l’altro andrà al voto domenica, che ora dovranno correre per predisporre i modelli di pagamento. Il virtuosismo in realtà andrebbe premiato, non penalizzato.”

“Comunicazioni poco tempestive, informazioni sommarie e spesso poco precise, un gioco delle tre carte che sta mettendo in ginocchio i Comuni ma soprattutto i contribuenti. Queste nuove tasse introdotte portano, a conti fatti, ad un maggior peso fiscale per i cittadini, già fortemente provati dalla crisi economica.  – prosegue Lorenzon – Un esempio concreto è l’Imu che allarga la platea dei contribuenti, penalizza le rendite più basse e soprattutto va a pesare maggiormente sugli immobili produttivi, gravando così sulle piccole medie aziende e rallentando la ripresa lavorativa. Per non parlare delle decine di regolamenti comunali che rendono tutto ancora più intricato.”

“Quello che più ci preme, in questo momento, è ricordare ai cittadini che si sono già recati ai nostri sportelli CAF per la compilazione del modello F24 per l’IMU (che scade il 16 Giugno prossimo) che ora è necessario ritornare per verificare o provvedere all’adempimento TASI. – sottolinea Giuseppe Collatuzzo responsabile CAF Cisl  Belluno Treviso – Molte persone hanno addirittura già provveduto al pagamento dell’IMU, dovranno ritornare al caf e verificare la loro posizione contributiva, non senza un evidente disagio”

“Maggiore chiarezza e tempestività a livello governativo e una omogeneità nei regolamenti Comunali , questo sarebbe auspicabile per ottimizzare i servizi a favore dei cittadini. – conclude Franco Lorenzon –Credo che la strada da percorrere sia quella della maggiore collaborazione tra Enti Locali e dell’unificazione dei servizi, per giungere in tempi brevi all’unione dei Comuni. Questo consentirebbe anche di evitare situazioni spiacevoli e delicate come quelli di questi ultimi giorni.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento