Schede ospedaliere, soddisfatte le direzioni sanitarie trevigiane

Dalle Ulss 8 e 9 arrivano commenti positivi per la riorganizzazione pensata e approvata dalla Giunta regionale del Veneto, soprattutto alla luce della conservazione dei posti letto

Le schede ospedaliere redatte dalla Regione Veneto per le aziende sanitarie trovano d'accordo le Ulss 9 e 8 della Marca.

“Con l’approvazione delle schede di dotazione ospedaliera si apre un periodo che vedrà l’Azienda Ulss 9 all’opera per l’attuazione delle linee programmatiche regionali”, ha commentato Giorgio Roberti, Direttore generale dell’Azienda Ulss 9 di Treviso.

“Con questo atto della Giunta Regionale, collegato al Piano sanitario – ha proseguito– si profila una rimodulazione delle reti assistenziali e delle strutture complesse. La Sanità trevigiana vede positivamente confermato nella sostanza il proprio ruolo nella rete ospedaliera veneta, sia in termini di posti letto che di strutture complesse, fermo restando la naturale evoluzione dei bisogni assistenziali. Una conferma che ci trova pronti e al lavoro, consapevoli dell’impegno verso l’attuazione per il consolidamento dell’offerta assistenziale della nostra Ulss”.

Soddisfatta per i posti letto conservati anche la direzione dell'Ulss 8, dove in un primo momento si era paventata la possibilità di un taglio consistente.

Le riduzione di posti letto per acuti, infatti, è stata ampiamente compensata dal rafforzamento dei posti letto territoriali, da collocare in strutture intermedie, come ad esempio gli ospedali di comunità.

"Pur non conoscendo ancora le schede nel dettaglio - scrive la direzione in una nota - i due ospedali dell'Ulss 8 saranno salvaguardati dalla programmazione, pur nella differenziazione del ruolo che dovranno assumere nella rete dell'offerta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un'altra rilevante novità per la sanità veneta sarà l'avvio della riorganizzazione territoriale dei medici di famiglia, che si prefigge di offrire al cittadino una risposta 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento