menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Edilizia: al via a Treviso la mobilitazione in vista dello sciopero di dicembre

La mobilitazione è stata decisa dopo aver preso atto dello stallo nella trattativa per il rinnovo del contratto edile. Il 18 dicembre i lavoratori edili saranno in sciopero

TREVISO Per il lavoro, il contratto, la salute, le pensioni: è partita nella giornata di lunedì 20 novembre, anche nelle province di Treviso e Belluno, la mobilitazione che condurrà allo sciopero nazionale dell’intero comparto dell’edilizia proclamato dalle segreterie di Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil per il 18 dicembre. La giornata di sciopero sarà anticipata, durante le prossime settimane, dalle assemblee che si svolgeranno nei posti di lavoro.

La mobilitazione è stata decisa dopo aver preso atto dello stallo nella trattativa per il rinnovo del contratto edile, scaduto da oltre un anno anche per i quasi 10 mila lavoratori del settore in provincia di Treviso e i 3.000 attivi in provincia di Belluno. Nei mesi scorsi era stata annunciata la mobilitazione per novembre, qualora le associazioni datoriali non avessero mostrato disponibilità ad un avanzamento nella trattativa. Ad oggi, purtroppo, dai rappresentanti delle imprese non sono arrivati significativi segnali di apertura. 

Diverse le rivendicazioni dei sindacati dell’edilizia che a partire da oggi porteranno la protesta nelle fabbriche e nei cantieri attraverso volantinaggi, presidi, assemblee: aumenti salariali in linea con gli altri settori e finalizzati anche ad aiutare la ripresa dei consumi; difesa e riforma delle Casse Edili a tutela di tutti i lavoratori, contro il lavoro nero e per sostenere le imprese più serie contro la concorrenza sleale e il dumping; più sicurezza sui posti di lavoro; creazione di un Fondo Sanitario Integrativo Nazionale per tutelare il diritto alla salute e alla prevenzione; potenziamento del Fondo integrativo per il pensionamento anticipato, dando la possibilità a chi svolge lavori gravosi di andare in pensione prima e creare così occasioni di lavoro, di qualità, per tanti giovani. Il 18 dicembre i lavoratori sciopereranno per l’intera giornata in tutte le imprese edili, con manifestazioni di carattere interregionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento