menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il programma dello sciopero generale di giovedì e venerdì in Veneto

La mobilitazione per cambiare radicalmente la Legge di Stabilità, riguarderà il 14 novembre Belluno, Treviso e Verona ed il 15 tutte le altre

 Tra giovedì 14 novembre e venerdì 15 novembre è sciopero generale nel Veneto. In particolare la mobilitazione, indetta da Cgil Cisl Uil nell’ambito dell’iniziativa nazionale per cambiare radicalmente la Legge di Stabilità, riguarderà il 14 novembre le province di Belluno, Treviso e Verona ed il 15 novembre tutte le altre.

L’astensione dal lavoro è di 4 ore per tutti i settori, eccettuate le scuole dove non si terrà la prima ora di lezione. Circoleranno i treni, mentre il trasporto pubblico locale seguirà modalità differenziate provincia per provincia. Manifestazioni a carattere provinciale si terranno nelle città capoluogo, tranne Treviso dove Cgil Cisl Uil hanno deciso di dar luogo a 5 presidi territoriali.

Questo il calendario:

14 NOVEMBRE:

Verona: manifestazione in piazza Brà dalle 9 alle 10,30, quindi attivo dei delegati al Teatro SS. Trinità – Sciopero del trasporto pubblico urbano ed extraurbano dalle 17 alle 21

Treviso: presidi territoriali a Treviso, Oderzo, Vittorio Veneto, Pieve di Soligo, Castelfranco, Montebelluna – Sciopero del trasporto locale dalle 8 alle 12 tranne in CTM ed in ACTT dove l’astensione dal lavoro andrà dalle 9 alle 12

Belluno: sciopero spostato alle ultime 4 ore. Manifestazione davanti alla Prefettura, ore 15 – Sciopero del trasporto locale dalle 16,35 alle 20,35

15 NOVEMBRE

Mestre: manifestazione con corteo da Rampa del Cavalcavia (ore 9) a piazza Ferretto – sciopero di bus (urbani ed extraurbani) e vaporetti dalle 9 alle 12

Padova: manifestazione in piazza Garibaldi, ore 9 – sciopero del trasporto locale dalle 8,30 alle 12,30

Vicenza: manifestazione da via Torino (ore 8,45) a piazza Castello- sciopero del trasporto dalle 8,30 alle 12

Rovigo: corteo ore 9 lungo tutta la città da piazza d’Armi fino alla Prefettura, passando per piazza Garibaldi e piazza Vittorio Emanuele. Sciopero del trasporto urbano ed extraurbano dalle 15 a fine turno.

“Con questa iniziativa – dice il Segretario Generale della Cgil Del Veneto, Emilio Viafora – Cgil Cisl Uil intendono rafforzare le richieste di modifica della Legge di Stabilità in discussione in Parlamento. Di fronte alla crisi che attanaglia il paese occorre una manovra assai diversa e più sostenuta, capace di rilanciare la domanda interna e dar fiato all’ economia del paese che risente troppo pesantemente gli effetti di oltre 5 anni di recessione. E’ necessaria una diversa politica fiscale che sostenga lavoratori e pensionati, spostando il prelievo sulle rendite finanziarie e sui grandi patrimoni ed occorre chiudere la stagione dei tagli lineari nella pubblica amministrazione per qualificare i servizi, rinnovare i contratti e valorizzare il lavoro. Altri sono i nodi da aggredire, a partire dalle inefficienze e dagli sprechi. Solo così sarà possibile dare quelle risposte di cui il paese necessita per ripartire”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Zona gialla dal 26 aprile, Confcommercio: «Grande iniezione di fiducia»

  • Incidenti stradali

    Scontro in A4 tra due tir e un'auto: morto sul colpo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento