menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero dei treni: cancellazioni e ritardi per il 50% dei convogli

Giovedì di passione per i pendolari di tutta Italia, ma anche per quelli della provincia di Treviso a causa dello sciopero dei treni

TREVISO - I primi dati sullo sciopero dei ferrovieri indetto per giovedì 29 maggio dall’USB confermano una grande adesione da parte dei lavoratori. Alle 12.00 di giovedì mattina è stato registrato infatti che il 50 % dei convogli, fra trasporto a lunga percorrenza e traffico locale, è stato interessato dalla protesta con cancellazioni o forti ritardi. Disagi anche nella Marca, soprattutto tra i pendolari.  

“Un risultato di grande importanza – si legge in una nota del sindacato -, considerando anche la rimodulazione dell’orario di sciopero imposta della  Commissione di Garanzia, che ha determinato lo spostamento dell’orario di inizio dello sciopero dalle 21.00 di ieri, 28 maggio, alle 0.01 di oggi, 29 maggio, riducendo così la possibilità di adesione da parte dei ferrovieri che operano sui turni notturni.  Adesione condizionata inoltre da una cospicua mole di treni da garantire nella fascia 6.00/9.00 come servizi minimi di un giorno feriale”.

L’USB ha evidenziato inoltre che i dati dell’adesione sono previsti in ascesa dopo il termine della fascia protetta. “Esprimiamo forte soddisfazione per la risposta dei lavoratori e critichiamo la scarsa informazione  sullo sciopero fornita all’utenza da parte delle Ferrovie, che in numerose stazioni sta causando notevoli disagi ai viaggiatori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Zona gialla dal 26 aprile, Confcommercio: «Grande iniezione di fiducia»

  • Incidenti stradali

    Scontro in A4 tra due tir e un'auto: morto sul colpo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento