Cronaca Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Scivola per duecento metri e batte la testa: 60enne ricoverato al Ca' Foncello

Grave incidente nel primo pomeriggio di lunedì 7 marzo per un 60enne di Udine che si trovava con un amico sulle Alpi Carniche. L'elisoccorso del Suem di Pieve di Cadore ha portato entrambi a Treviso

Brutto incidente sulle Alpi Carniche per un 60enne udinese nei pressi di Sella Sissanis a quota 1940 metri, nelle Alpi Carniche. Lunedì 7 marzo M.M. si trovava in compagnia di un altro escursionista quando è scivolato in discesa su una lingua di neve per circa duecento metri battendo la testa e procurandosi una seria ferita.

Il compagno lo ha raggiunto e ha chiamato il Nue112 poco prima delle 14, rimanendo al fianco del compagno, evitando che scivolasse ancora più a valle fino all'arrivo dei soccorritori. Il recupero del ferito è avvenuto grazie all'elisoccorso del Suem di Pieve di Cadore, dato che l'elisoccorso regionale era già impegnato altrove. Il ferito, che è rimasto sempre cosciente ma che ha riportato seri traumi pur non essendo in pericolo di vita, è stato elitrasportato all'ospedale di Treviso assieme al compagno di escursione, sotto shock. Attivata anche la stazione di Forni Avoltri del Soccorso Alpino assieme alla Guardia di Finanza con in totale sette tecnici che hanno atteso al campo base allestito presso il campo sportivo di Forni Avoltri per eventuale supporto alle operazioni in quota. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scivola per duecento metri e batte la testa: 60enne ricoverato al Ca' Foncello
TrevisoToday è in caricamento