Cronaca Castelfranco Veneto

Scontro mortale fra macchina e moto, 40enne assolta dal reato di omicidio stradale

L'incidente era avvenuto il 24 marzo del 2019 tra i comuni di Vedelago e Castelfranco. La vittima, Antonio Macrì, un castellano di 42 anni, viaggiava però a bordo della sua Ducati a 200 chilometri all'ora

La moto viaggiava a 200 chilometri all'ora quando la vettura avrebbe girato a destra: a quel punto il centauro avrebbe tentato di frenare ma il due ruote si è impennato sul davanti facendoli fare un volo di 80 metri. Poi sarebbe rotolato per altri 20 finendo contro un cartello stradale. Sarebbe questa la dinamica dell'incidente, avvenuto intorno all'ora di pranzo del 24 marzo del 2019 in cui ha perso la vita Antonio Macrì, un 42enne residente a Castelfranco. Ed è anche la ragione per cui la donna alla guida dell'auto, N.M., una marocchina di 40 anni, è stata assolta oggi, 4 aprile, nel processo che la vedeva imputata del reato di omicidio stradale.

Macrì, appassionato di moto e grande tifoso del campione Valentino Rossi, stava percorrendo via Castellana, all'altezza del cavalcavia del bowling di via Cal del Basco, tra i territori comunali di Vedelago e Castelfranco, a bordo della sua Ducati. Procedeva in direzione di Istrana quando, ad un certo punto, la Bmw Serie 1 della 40enne che lo precedeva avrebbe girato a destra senza accorgersi che dietro, sulla stessa direzione di marcia, stava arrivando il centauro.

Macrì non avrebbe però fatto a tempo a frenare a causa dell'alta velocità: perso il controllo della Ducati sarebbe stato sbalzato dalla moto mentre questa si sarebbe scontrata dopo circa 90 metri contro l'auto a 147 chilometri all'ora. Per il 42enne è stato un volo terribile, che gli è costato la vita a causa dei numerosi traumi riportati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro mortale fra macchina e moto, 40enne assolta dal reato di omicidio stradale
TrevisoToday è in caricamento