rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca San Liberale / Via dei Campi Sportivi

Scritte no vax allo stadio di Monigo: il Comune le copre, ma nella notte ricompaiono

"Fine del mondo, fine del mese, stessi nemici, stessa lotta": questa l'opera dei writers tornati alla carica stanotte dopo il blitz tra domenica e lunedì

"Fine del mondo, fine del mese, stessi nemici, stessa lotta" (firmato n). Questa l'ennesima scritta, effettuata con una bombola spray di colore rosso, apparsa stamattina lungo la recinzione esterna dello stadio di rugby di Monigo a Treviso, lungo via degli Impianti Sportivi (a fianco del campo del Tarvisium). L'atto vandalico è stato compiuto nella notte tra ieri ed oggi ad opera di ignoti, gli stessi che avevano già colpito nello stesso punto nella nottata tra domenica e lunedì, tanto da costringere il Comune ad intervenire per coprire con della vernice bianca le medesime scritte (tra cui "Green Pass=Nazismo", "Il Governo mente", "I vax uccidono", "Vivi libero", "No vax sui bimbi" e "Art. 32 2° comma"). Sul punto è subito voluto intervenire il sindaco Mario Conte, anche a fronte di altre scritte dal medesimo to no vax comparse ieri all'esterno delle scuole elementari di Paese: «Eravamo appena intervenuti, tra l'altro a spese dei contribuenti, per ripulire i muri da queste scritte incivili e già ci ritroviamo nella stessa situazione di prima. E' qualcosa di avvilente». In ogni caso, il Comune e la polizia locale potrebbero presto anche visionare le telecamere di videosorveglianza della zona per cercare di dare finalmente un volto ai colpevoli.

761f0c03-52d5-4504-8c9c-e7b19c78207d-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte no vax allo stadio di Monigo: il Comune le copre, ma nella notte ricompaiono

TrevisoToday è in caricamento