menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scrive su un quaderno mentre guida l'auto: stangata dai vigili

Una 40enne residente a Campagna Lupia è stata multata dalla Polizia locale di Treviso mentre era alla guida di una Mercedes. Ai vigili ha detto: «Dovevo scrivere un indirizzo»

Una donna è stata fermata e multata dalla Polizia locale di Treviso perché sorpresa a guidare e a scrivere a penna su un quaderno. Il fatto è avvenuto ieri, giovedì 28 maggio, in viale Nino Bixio intorno alle 19.30 davanti agli agenti di via Castello d’Amore.

La conducente, una 40enne di origini albanesi residente a Campagna Lupia, è stata fermata per la contestazione del verbale ma, soprattutto, per mettere fine ad un comportamento pericoloso. «Una moto pattuglia dei nostri agenti ha affiancato la Mercedes che stava procedendo con andamento indeciso - spiega il comandante della Polizia locale, Andrea Gallo - Gli agenti hanno subito notato un comportamento molto rischioso: la conducente stava scrivendo su un quaderno mentre era intenta a guidare». La donna ha provato a giustificarsi con gli agenti sulla necessità di scrivere un indirizzo poco dopo una telefonata. «Le scusanti non giustificano un comportamento che ha messo in pericolo sia la signora che gli altri automobilisti - prosegue Gallo - Per lei è scattata una multa di 87 euro e la decurtazione di un punto dalla patente».

Il comandante ricorda quanto previsto dal Codice della strada: «Chi sta guidando un qualsiasi veicolo deve sempre avere la più ampia libertà di movimento per effettuare tutte le manovre di guida, per cui le mani devono essere libere e non bisogna avere oggetti che ostacolino la guida». Negli ultimi giorni sono tornati anche comportamenti non conformi nella sosta. L'invito rimane quello di rispettare le norme del Codice della strada per non incorrere in sanzioni: «Con lo sblocco di alcune limitazioni della mobilità a livello regionale abbiamo notato un aumento di conducenti che sostano in divieto oppure utilizzano le aree di carico scarico costringendo gli autocarri a rimanere sulla carreggiata. Raccomandiamo di rispettare le norme perché, in caso contrario, non ci potrà che essere una sanzione con il rischio della rimozione del mezzo» conclude Gallo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Con un "gratta e vinci" da 5 euro ne vince 500mila

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento