rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca

Scuola: la Regione conferma il buono-libri per gli studenti meno abbienti

Importante decisione presa dalla Regione Veneto. Le domande per ottenere il buono-libri andranno presentate al Comune di residenza a partire dal 16 settembre e sino al 16 ottobre

La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore alla Scuola, ha confermato anche per il nuovo anno scolastico 2017-18 il buono-libri per gli alunni meno abbienti. Vi potranno concorrere gli alunni della scuola dell’obbligo e della secondaria superiore (compresi i frequentanti i corsi triennali e quadriennali di formazione professionale) con un Isee familiare non superiore ai 18 mila euro. In via prioritaria il buono-libri verrà assegnato ai richiedenti di ‘prima fascia’. con indicatore di reddito familiare equivalente che non superi i 10.632,94 euro. Nel caso in cui i fondi (ammonta a 5 milioni di euro lo stanziamento previsto) non risultassero tutti impegnati, le risorse residue saranno assegnati anche ai richiedenti della seconda fascia.

Il buono regionale coprirà le spese di acquisto di libri di testo, elaborati come dispense e ricerche, audiolibri per i non vedenti, ausilii per la didattica. Potrà coprire anche le spese per acquisto di computer, tablet, lettori di libri digitali, assicurando un contributo sino a 100 euro. “Il buono-libri è una delle misure, come il buono-scuola o i contributi per il trasporto scolastico, con cui la Regione Veneto assicura il diritto allo studio ai ragazzi delle famiglie con minori capacità reddituali – osserva l’assessore alla scuola – sia che frequentino la scuola pubblica, sia quella paritaria o privata”. Le domande per il buono-libri vanno presentate al Comune di residenza a partire dal 16 settembre e sino al 16 ottobre. Spetterà poi al Comune verificare le richieste e inoltrarle alla Regione veneto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: la Regione conferma il buono-libri per gli studenti meno abbienti

TrevisoToday è in caricamento