Selfie con i migranti volontari della sagra: si dimette il segretario Scomparin

Dopo che l'autoscatto in compagnia dei tre volontari stranieri aveva suscitato così tante polemiche in Rete, il vicepresidente dell'associazione Luna d'agosto ha deciso di dimettersi

MOGLIANO VENETO Il potere di internet e dei social network continua ad avere pesantissimi effetti nella vita reale. A finire nel mirino della rabbia e dell'odio virtuale, alcuni giorni fa, era stato il vicepresidente dell'associazione Luna d'agosto, Pietro Scomparin.

Ricorderete infatti come di recente vi avessimo parlato del suo autoscatto in compagnia dei tre volontari stranieri che quest'anno hanno lavorato alla buona riuscita della sagra di Zerman (in corso a Mogliano Veneto fino al 18 agosto). La foto aveva suscitato molte polemiche dal momento che Scomparin aveva sottolineato con soddisfazione l'operato svolto dai tre migranti, mettendoli però a confronto con i giovani trevigiani che, a suo dire, erano molto più pigri e svogliati. Apriti cielo: un mare di critiche era piovuto addosso al vicepresidente che nelle scorse ore ha deciso di rassegnare le sue dimissioni con tanto di scuse ufficiali. Scrivere quelle parole è stato senza dubbio un errore, anche perché, a ben vedere, sono circa un'ottantina i giovani moglianesi impiegati quest'anno alla sagra. Un numero molto elevato rispetto ai soli tre volontari stranieri comparsi nel selfie di Scomparin, nuova ed ennesima "vittima" dell'implacabile odio generato dalla Rete.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Suicida a 44 anni, indagato il marito per maltrattamenti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento