menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prende a calcioni un capriolo agonizzante, denuncia in arrivo per un 17enne

Animale investito da un'auto: lui voleva "finirlo" sotto lo sguardo degli amici. A segnalare l'episodio sono state le guardie zoofile dell'Enpa di Vicenza. L'episodio a inizio aprile

SEMONZO Maltrattamento di animali. Questo il reato per cui un 17enne finirà di fronte al giudice del tribunale di Treviso in seguito ad un episodio avvenuto ad inizio aprile lungo la strada che da Semonzo porta a Romano d'Ezzelino e segnalato dalle guardie zoofile dell'Enpa. Il giovane avrebbe brutalmente preso a calcioni sul collo un capriolo ferito che era stato precedentemente travolto da un'auto. Lo scopo di tale gesto, secondo il ragazzo, era di “finire” l'animale che era a terra, vivo ma con entrambe le zampe spezzate.

Il tutto è avvenuto sotto lo sguardo di due studentesse universitarie che si erano fermate a loro volta per soccorrere l'animale e hanno assistito alla scena che è stata poi riferita ai carabinieri della locale stazione. Dopo le giovani erano sopraggiunti alcuni ragazzi, tra cui il protagonista dell'episodio, che stavano facendo ritorno a casa in motorino dopo aver festeggiato il diciottesimo compleanno di uno di loro. Il giovane denunciato è sceso dal ciclomotore ed ha cominciato a colpire il capriolo con dei potenti calci all’altezza collo, appena sotto la testa.

E' stato purtroppo inutile l'intervento di un veterinario chiamato sul posto da altri automobilisti che nel frattempo si erano fermati: il capriolo era ormai morto. Il 17enne, rintracciato in seguito, ora rischia una condanna per maltrattamento di animale, che prevede la reclusione da 3 a 18 mesi o una multa da 5 mila a 30 mila euro, aumentata della metà se l’animale muore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento