rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca

Milano, sequestro da più di 100 milioni a Bartolini e Geodis

Perquisizioni anche nella Marca, il provvedimento dopo un'indagine su una presunta frode fiscale

I finanzieri del comando provinciale di Milano hanno eseguito alcuni sequestri preventivi d'urgenza nei confronti di due multinazionali operanti nel settore della logistica (Bartolini e Geodis), per un controvalore di oltre 102 milioni di euro.

Il provvedimento preventivo è scattato d'urgenza dopo che inquirenti e investigatori hanno evidenziato un presunto fenomeno di somministrazione illecita della manodopera da parte delle due multinazionali, entrambe leader nella logistica e controllate da gruppi francesi. Nella mattinata di mercoledì 14 dicembre i militari hanno notificato informazioni di garanzia e condotto perquisizioni a tappeto a Milano, ma anche Bologna, Firenze, Pavia e Treviso. L'inchiesta ha messo in luce una complessa frode fiscale: le multinazionali avrebbero usato fatture per operazioni giuridicamente inesistenti e stipulato contratti di appalto per la somministrazione di manodopera, violando la legge. Più nel dettaglio, in alcuni casi i rapporti di lavoro con Bartolini e Geodis sarebbero stati filtrati da società terze, che a loro volta si sarebbero avvalse di cooperative. In altri, invece, le due aziende si sarebbero servite direttamente delle coop, riconducibili a un'unica regia, che nel tempo avrebbero trasferito i dipendenti da una all'altra senza versare l'Iva e, nella maggior parte dei casi, i contributi. Le fiamme gialle hanno anche scoperto come alcune delle società che fornivano i lavoratori avrebbero effettuato indebite compensazioni di imposte con crediti fiscali inesistenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, sequestro da più di 100 milioni a Bartolini e Geodis

TrevisoToday è in caricamento