Cronaca

Mafia, sequestrati beni per 27 milioni: anche a Castelfranco

L'inchiesta Scarface di Catania tocca anche la Marca. Sequestrate le quote che un 54enne arrestato nel 2014 possedeva in una società trevigiana

CASTELFRANCO VENETO Quote di società in cinque regioni italiane per 27 milioni di euro. È quanto la guardia di finanza di Catania ha sequestrato a F.I.C., 54enne arrestato ad aprile del 2014 e rinviato a giudizio per associazione mafiosa nell’ambito dell’inchiesta Scarface nei confronti del clan Mazzei.

Su richiesta della Dda, la sezione misure di prevenzione del tribunale catanese ha emesso un provvedimento eseguito dai militari delle fiamme gialle che riguarda quote di 13 società in Sicilia (a Catania, Comiso di Ragusa e Sant’Alessio Siculo di Messina), Lazio (a Roma e ad Aprilia di Latina), Friuli Venezia Giulia (a Palmanova di Udine), Veneto (a Castelfranco Veneto) e Lombardia (a Bergamo e a Buccinasco di Milano).

Si tratta di società che operano in diversi settori: dall’editoria al comparto alimentare, dall’intrattenimento all’edilizia. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati anche 28 immobili tra Roma e Ragusa, titolo e conti correnti e due automezzi. Durante le indagini la guardia di finanza aveva scoperto che il ruolo del 54enne non era solo quello di partecipare al clan ma era anche quello di intestatario fittizio dei beni, tra i quali ci sarebbe una discoteca, e curatore delle attività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, sequestrati beni per 27 milioni: anche a Castelfranco

TrevisoToday è in caricamento