rotate-mobile
Cronaca Casale sul Sile

Coltiva marijuana e funghi allucinogeni: denunciato

Singolare ritrovamento dei Carabinieri durante una perquisizione a casa di un ventiquattrenne: oltre a una serra di marijuana, una coltivazione di funghi allucinogeni

I Carabinieri lo avevano pizzicato a fumare uno spinello vicino alla stazione ferroviaria di Treviso, ma certo non pensavano di trovargli in casa una coltivazione di funghi allucinogeni.

Il pollice verde denunciato per detenzione e coltivazione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti è un ragazzo di 24 anni di Casale sul Sile.

Dopo averlo scoperto mentre fumava uno spinello, i militari hanno perquisito la sua abitazione e vi hanno trovato un vero e proprio laboratorio. Serre areate e irrigate attraverso un timer, sostanze per migliorare la fertilità del terreno, lampade termiche, un kit per la coltivazione e quattro piante di marijuana alte cinquanta centimetri, già in fiore.

Ma non solo. Insieme alla passione per la botanica, i Carabinieri hanno scoperto anche l'interesse del ventiquattrenne per i funghi allucinogeni. terriccio, materiale del valore di oltre mille euro, acquistato su internet, e funghi le cui spore erano già state pronte all’impianto ed attendevano dentro a 5 millitri di liquido. 

A stupire i Carabinieri è stata soprattutto la coltivazione dei funghi: le serre fai da te non sono rare, ma la produzione fai da te di allucinogeni rappresenta senz'altro una novità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltiva marijuana e funghi allucinogeni: denunciato

TrevisoToday è in caricamento