menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Servizi domiciliari, a Farra ci pensa il Bon Bozzolla: assunte le 3 operatrici della coop

Il presidente Bubola: “L’offerta di servizi alla persona non si ferma alla sola assistenza di base. Siamo attenti a tutti i bisogni delle persone e delle famiglie”

FARRA DI SOLIGO E' stata approvata nei giorni scorsi la convenzione tra le due Amministrazioni, quella comunale e quella del Centro di Servizi, prende il via da gennaio 2018 l’assistenza domiciliare gestita dall’Istituto Bon Bozzolla per il Comune di Farra di Soligo. Le attività consistono nell’aiuto e supporto alla persona e alla famiglia nello svolgimento delle diverse funzioni e azioni della vita quotidiana. Supporto domestico, cure mediche di base, igiene personale…tutto questo sarà il servizio di assistenza domiciliare gestito dell’Istituto solighese, attivato in seguito a una domanda presentata al Comune di Farra, che ne coprirà in parte il costo in base al reddito ISEE del richiedente.

A carico dell’utente sono invece altri servizi domiciliari che il Bon Bozzolla mette a disposizione: pasti a domicilio, bagno assistito nelle strutture di via San Gallo, riabilitazione e fisioterapia, assistenza psicologica. Inoltre, alcuni interventi potranno essere svolti grazie alla partecipazione dell’utente a progetti attivi al Centro di Servizi (come il laboratorio di terapia occupazionale). Il Centro garantirà così il servizio domiciliare, organizzato da un’équipe composta da diverse figure professionali, dal lunedì al venerdì, nei giorni feriali, dalle ore 7.30 alle ore 14.

L’accordo tra Comune di Farra di Soligo e Istituto Bon Bozzolla ha anche dei risvolti positivi a livello occupazionale, perché una volta concluso l’affidamento, le tre operatici della cooperativa attualmente incaricata del servizio fino a fine anno, saranno tutte assunte dal Bon Bozzolla con contratto part-time a tempo determinato. “Guardiamo a tutti i bisogni. Costruire attorno alla persona e al suo contesto sociale un progetto di assistenza, garantendo autonomia e buona qualità di vita è, infatti, il nostro obiettivo, dentro e fuori le porte della struttura, nel farci carico delle fragilità e riducendo il rischio di emarginazione e isolamento - spiega il presidente del Bon Bozzolla Giuseppe Bubola - Nel farlo, lavoriamo in rete, anche allo scopo di migliorare l’integrazione e il coordinamento dei servizi sul territorio. Come Centro di Servizi abbiamo un patrimonio di competenze e conoscenze che vogliamo mettere a disposizione della comunità, ma è necessaria una nuova cultura del fare, della flessibilità, dell’apertura, della concertazione”.

"È per noi di grande soddisfazione l’accordo raggiunto con il Bon Bozzolla per la gestione dei servizi domiciliari del nostro Comune. Si tratta di un approccio innovativo al servizio nell’ottica di mettere a sistema le risorse presenti sul territorio, ed in particolare quelle degli enti pubblici che erogano servizi alla persona" afferma il sindaco di Farra Giuseppe Nardi. “Con la convenzione - sottolinea, inoltre, l’assessore al sociale Silvia Mazzocco - s’intende dare avvio a un vero e proprio sistema integrato di interventi finalizzati al benessere della persona, ampliando l’offerta con servizi ulteriori rispetto a quelli fin qui garantiti. Una filosofia già adottata da questa Amministrazione e che si è rafforzata anche in conseguenza alla necessità di garantire i servizi sociali quando il pignoramento aveva bloccato l'attività amministrativa, e in modo particolare proprio i servizi sociali ritenuti per legge non essenziali. Allora prontamente arrivarono aiuto e disponibilità da parte dell'Istituto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento