Impegnato a fare sesso si dimentica di aprire la piscina: licenziato e a processo

La vicenda risale al 2017 ed è avvenuta nella piscina comunale di Castelfranco. Il 58enne era stato trovato nudo negli spogliatoi in compagnia di una donna con cui si era intrattenuto

Preso dalla passione non si sarebbe accorto del tempo che passava e neppure del fatto che, fuori dalla piscina di Castelfranco, c'era già una folla di gente chiusa fuori in attesa di entrare da oltre un quarto d'ora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

G.D, 58enne castellano, non solo è stato licenziato ma è pure finito a processo con l'accusa di interruzione di pubblico servizio. La vicenda boccacesca è accaduta il 10 agosto del 2017 alla piscina comunale di via Redipuglia. All'arrivo del Suem e dei vigili del fuoco il 58enne era stato trovato negli spogliatoi mezzo nudo e in compagnia di una donna, anche lei non proprio vestita. In realtà quello che aveva fatto scattare i soccorsi era il timore che G.D, che avrebbe dovuto aprire i portoni alle 7,30 del mattino, si fosse sentito male all'interno della piscina visto che non rispondeva alle chiamate al suo cellulare effettuate per capire perché la struttura fosse ancora chiusa. La porta invece era bloccata perché chiusa all'interno con le chiavi del dipendente che, in preda alla passione, si era scordato di dare un'occhiata all'orologio. Una volta scoperto però, per il dipendente sono iniziati i veri guai culminati con il processo che ha preso il via nelle scorse ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento