rotate-mobile
Cronaca Conegliano

Sesso e ricatti, arrestata donna dell'Est che estorceva denaro ad un imprenditore

Con la promessa di andare a convivere assieme, la giovane albanese si è fatta consegnare 33.500 euro per acquistare un appartamento nel suo paese d'origine

CONEGLIANO Prima chiedeva denaro all'amante per comprare un appartamento in Albania dove andare a convivere. Poi, una volta interrotta la relazione, ha continuato a chiedere soldi minacciando di raccontare tutto alla moglie di lui. Il ricatto si è protratto per 4 lunghi anni. Così N.K., una 29enne di nazionalità albanese, ha estorto ad un imprenditore 50enne ben 33.500 euro in contanti.

L'ARRESTO L'ultima richiesta risale ai giorni scorsi. Lunedì sera, attorno alle 22, la donna e l'ex amante facoltoso si sono dati appuntamento per la consegna di 10mila euro alla Stazione ferroviaria di Padova. La giovane albanese è arrivata assieme all'attuale compagno, R.A., 41enne originario di Bari, con cui convive a Conegliano (provincia di Treviso). Prima della consegna del denaro sono intervenuti i carabinieri, arrestando la coppia di estorsori. All'interno dell'auto di R.A. è stata trovata una bomboletta di spray urticante. L'operazione è stata svolta dalla stazione di Piombino Dese, con la collaborazione dell'aliquota operativa di Cittadella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso e ricatti, arrestata donna dell'Est che estorceva denaro ad un imprenditore

TrevisoToday è in caricamento